Halloween, libri da brivido nella notte del terrore

Scegliere dall’immensa biblioteca di tutto il pubblicato, dalle origini ad oggi, qualche lettura adatta alla notte di Ognissanti non è in fondo impresa troppo difficile. L’intera letteratura mondiale, in ogni lingua e tradizione culturale, ha nel proprio dna fin dagli esordi una vena noir e orrorifica che ben si adatta ad essere riscoperta la sera in cui, per eccellenza, morti, streghe e mostri di ogni genere diventano padroni assoluti: Halloween.

Dracula di Bram Stoker - la prima edizione a stampa

Non è forse la stessa Divina Commedia dantesca un’apoteosi di scene crudeli e con sangue che scorre a fiumi? E tutta la mitologia sia di area greco-mediterranea che nordica, non ha alla base la lotta tra essere sovrannaturali spesso mostruosi o addirittura l’infanticidio e il patricidio come nel caso di Zeus che uccide il padre Saturno, divoratore della sua stessa prole? Chi vorrebbe mai trovarsi poi davanti al Polifemo dell’Odissea o al Grendel di Beowulf?

Ma è soprattutto quando si arriva alla grande stagione della letteratura sette-ottocentesca che nasce nel mondo anglosassone un vero e proprio genere i cui frutti migliori sono opere ancora oggi capaci di far rabbrividire. I racconti del terrore di Edgar Allan Poe, Lo stano caso del dottor Jeckyll e del signor Hyde di Stevenson, Dracula di Bram Stoker, Frankenstein di Mary Shelley, e così via passando per gothic novel altrettanto sottili ed efficaci nel trasmettere inquietudine, Il monaco di Matthew G. Lewis, I misteri di Udolpho di Ann Radcliffe, Il castello di Otranto di Horace Walpole e tutta la narrativa di Lovecraft, naturalmente.

Ognuno di questi ‘classici’ dell’horror merita di essere riscoperto nella notte di Halloween 2011, ma se il gusto letterario personale vi orienta verso una produzione più vicina alla contemporaneità c’è sempre il prezioso pozzo della bibliografia di Stephen King. Il maestro dell’orrore sta per arrivare in libreria con l’ultima fatica 11/22/63, che pare allontanarsi molto dal genere per cui è noto ed amato, ma guardando alla sua vasta opera resta solo l’imbarazzo della scelta. Paura assicurata prendendo in mano Carrie, suo esordio del 1974, il mai scontato Shining uscito nel 1977 o  il sempre verde It del 1986. Tra gli anni ’70 e ’80 si annoverano altri romanzi ormai divenuti a loro volta, come quelli gotici del XIX secolo, classici dell’orrore: L’esorcista di William Peter Blatty (1973), La bambola che divorò sua madre e La setta di J. Ramsey Campbell (1976, 1981) e la serie dei Libri di sangue di Clive Barker (dal 1984). Del 1972 è poi un racconto noir di un autore certo non avezzo al genere ma di indiscusso  talento, Ray Bradbury: L’albero di Halloween.

Halloween. Nei giorni che i mostri ritornano

Se siete alla ricerca di qualcosa di nuovo e in tema con la notte del mistero e delle forze oscure, anche gli scaffali delle uscite librarie più recenti possono essere saccheggiati. È del 2010 il saggio di Massimo Causo e Davide Di Giorgio Halloween. Dietro la maschera di Michael Myers (Le mani, 14 €) tutto dedicato al ciclo inaugurato da Carpenter nel 1978 che ha fatto tremare generazioni di cinefili amanti dell’horror, mentre per quelli che desiderano approfondire la conoscenza di questa ricorrenza è piacevole la lettura di Halloween. Nei giorni che i mostri ritornano, volume del 2006 di Eraldo Baldini e Giuseppe Bellosi (Einaudi, 14 €) che promette di svelare come l’usanza comunemente ricondotta ad origini celtiche e nordeuropee sia più ‘italiana’ di quanto di creda. Sempre da Einaudi è uscita un’antologia che raccoglie il meglio dei racconti di paura, dai citati gotici agli scrittori di oggi, Racconti di Halloween. Per non dormire questa notte (14,80 €).

Romanzieri famosi al grande pubblico che hanno eletto il genere horror e thriller a proprio cavallo di battaglia sono stati negli ultimi anni, con nuances diverse, Jeffrey Deaver, Michael Connelly o anche Patricia Cornwell, mentre tra gli italiani sono capaci di lasciare con il fiato sospeso Carlo Lucarelli (da Almost blue a Acqua in bocca e L’ottava vibrazione), Eraldo Baldini (Gotico rurale, le notti gotiche, Tre mani nel buio, Medical Thriller) e Valerio Evangelisti (con il ciclo che ha per protagonista l’inquisitore Nicolas Eymerich), ma anche i meno famosi, almeno tra i non fanatici e appassionati del genere, Alda Teodorani e Gianfranco Nerozzi: la prima ha pubblicato nel 2008 la raccolta di racconti I sacramenti del male (Mondadori), mentre di Nerozzi è da riscoprire la curatela di un’antologia horror di tutto rispetto In fondo al nero (Mondadori, 2003).

Ancora non avete trovato un libro per Halloween adatto a voi? Ah, non vi piace troppo leggere…nessun problema, pur non essendo bibliofolli non saprete resistere a Tiziano Scalvi e al suo Dylan Dog, l’indagatore dell’incubo, perché anche il fumetto può essere d’autore e offrire qualche ora di sano terrore.

Laura Dabbene

Foto blogdiitsas.blogspot.com; blogdiitsas.blogspot.com; eraldobaldini.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews