Ha 50 larve di mosche nel naso. Il video dell’estrazione

Mumbai, India - Da diverse settimane lamentava un fastidioso ed incessante prurito al naso, un signore indiano che, stanco del disturbo ha deciso di recarsi in ospedale pronto soccorso per provare a porvi rimedio; ed  è qui che è avvenuta la scoperta scioccante: il malessere continuo non era dovuto da infezioni, raffreddori o malattie particolari ma era causato da ben 50 larve di mosche situate nella narice dell’uomo.

50 LARVE DI MOSCHE - La scoperta scioccante è avvenuta nell’ospedale di Mumbai, in India, dove l’uomo si è recato in condizioni di disperazione mentale poiché il prurito al naso era divenuto costante e inguaribile, al punto da rendergli impossibile lo svolgimento di una normale vita. Dopo aver svolto numerosi accertamenti ed esami clinici, per scongiurare ogni tipo di malattia, i medici dell’ospedale, guidata da Meenesh Juvekar, hanno ispezionato in profondità le narici dell’uomo, probabilmente ignari della “sorpresa” che avrebbero trovato: i dottori, infatti, si sono imbattuti in 50 larve di mosche, che vivevano da tempo, indisturbate, tra le mucose del naso del malcapitato.

Una delle larve di mosche estratte

Una delle larve di mosche estratte

SERIO PERICOLO PER LA VITA - Oltre ad essere un episodio alquanto singolare, tale prurito al naso ha rischiato di avere un epilogo alquanto nefasto per il povero signore indiano, poiché le 50 larve di mosche, se non operate in tempo, avrebbero rotto i tessuti molli e le ossa del viso, provocando gravi infezioni, meningiti e, infine, la morte.
L’equipe di Meenesh Juvekar, accortasi immediatamente della gravità del caso, ha operato d’urgenza l’uomo e ha rimosso dal suo naso, in un intervento durato circa due ore, le 50 larve di mosche. L’operazione, data la rarità del caso (lo stesso dottore ha testimoniato, al quotidiano Mailonline di aver visto solamente 6 casi similari negli ultimi quindici anni) è stata ripresa dai medici e, dalle immagini del video si vedono chiaramente le larve contorcersi, durante l’operazione, appena colpite dalla luce.

Alessia Telesca

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews