Günter Zettl recupera la sua cartolina dal passato di Berlino Est

gunter zettl

Günter Zettl e la sua cartolina ritrovata (ilmessaggero.it)

Durante lo svolgersi della Guerra Fredda, a Berlino Est erano tempi duri anche per la musica, arte apparentemente inoffensiva che in alcuni casi è stata considerata un pericolo per l’incolumità della Repubblica Democratica Tedesca.

GÜNTER ZETTL RITROVA LA SUA CARTOLINA - È questo un esempio di tale concezione, facendo luce sull’incredibile storia di Günter Zettl che ha rispolverato i ricordi di un passato in cui la libertà individuale risultava inammissibile per i cittadini, anche nei confronti di attività totalmente innocue.

I FATTI DEL 1969 - Günter Zettl ha oggi ritrovato una sua vecchia cartolina, risalente a quarantaquattro anni fa, inviata alla stazione radiofonica  Saarländischer Rundfunk per richiedere la partecipazione a un suo quiz musicale. Nel 1969, Zettl era un giovane studente liceale della Berlino orientale ma, nonostante fosse solo un ragazzo, la cartolina inviata alla radio ha subito allora la pesante censura della Stasi. Il Ministero per la sicurezza di Stato della Germania orientale fino al 1990 ha perdurato nel controllare le vite dei suoi cittadini, bloccando qualsiasi tentativo di contattare il mondo esterno.

IL RECUPERO DELLA CARTOLINA - Avendo intercettato la fantomatica cartolina, la celebre organizzazione di spionaggio tedesca ha strappato al giovane Zettl il sogno di partecipare a un semplice programma musicale, annullando lo svolgersi di un’azione comune e dettata dalla mera passione per la musica. Non avendo mai dimenticato il triste caso in questi quarant’anni, Zettl ha oggi ottenuto il recupero della sua iscrizione al concorso grazie al ritrovamento, da parte di un ex agente della Stasi, del fascicolo del 1969 relativo al sequestro della cartolina. LA REAZIONE DEL MITTENTE – Felice di essersi riappropriato della propria lettera, Zettl ha potuto infine consegnarla al mittente. La Saarländischer Rundfunk, avendo terminato il programma del concorso molti anni fa, ha comunque accettato di buon grado la simbolica spedizione, raccontando l’incredibile storia di Günter Zettl durante una puntata.

Foto preview: leggo.it

Rachele Sorrentino

@rockeleisrock

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews