Grillo bandisce Renzi dal suo blog: oscurato anche nei commenti

Grillo bandisce Renzi dal suo blog: da oggi in poi sarà l’innominabile (tgcom24.mediaset.it)

Da poche ore Beppe Grillo ha comunicato sul suo blog una chiara e drastica decisione: Matteo Renzi è stato bandito dal portale. Nessun post lo nominerà più e i commenti che citano il premier saranno subitamente oscurati.

GRILLO BANDISCE RENZI DAL SUO BLOG - Grillo festeggia la ‘derenzizzazione’ del suo blog che profuma di liberazione, come se il simbolo del M5S avesse voluto rinfrescare il proprio portale con una brezza d’aria fresca, approfittando del ritorno delle pulizie di primavera. E così, dopo centinaia di attacchi e riflessioni contro la politica renziana, Grillo cambia strategia – forse anche a causa della netta diminuzione del numero di lettori del blog - e dice addio al premier, continuando il suo percorso politico e mediatico come se l’ebetino’ non esistesse, additandogli l’epiteto di ‘innominabile’.

LA DERENZIZZAZIONE COME LE PULIZIE DI PRIMAVERA - Con queste parole Beppe Grillo saluta ‘per sempre’ Matteo Renzi, invitando le migliaia di lettori a non nominarlo più nei commenti in quanto, a partire da oggi, di lui non vi sarà più traccia nel celebre blog:

E’ primavera, si sbattono i tappeti, si dà una rinfrescata alla casa, si indossano abiti più leggeri e si mandano in tintoria cappotti e abiti pesanti. Il momento ideale per derenzizzare il blog. Da oggi il nome Renzi non sarà più presente nei post. E’ come fare entrare aria pulita in una stanza piena di fumo, di balle, di smog, di inconsistenza che ti intossica. L’ebetino vive solo di visibilità, da oggi, almeno in questo blog, lo eliminiamo.

Grillo è arrivato a tale estrema decisione sostenendo che la popolarità di Renzi sia favorita dal massiccio supporto mediatico e che, per oscurare il suo potere, non vi sia migliore arma dell’indifferenza:

 Stare dietro alle sue balle vuol dire fare il suo gioco. Va trasformato nell’uomo(?) invisibile. Nel signor nessuno che è. Gli va applicata la damnatio memoriae in vita, (la cancellazione della memoria di una persona e la distruzione di qualsiasi traccia possa tramandarla ai posteri. Una pena particolarmente aspra riservata agli hostes, ossia ai nemici di Roma e del Senato).

Come ultima nota amara, Grillo ironizza anche sul poco fluente inglese del premier:

Good bye mister Renzi, almeno da questo blog. Do you speak english?

grillo bandisce renzi dal suo blog

La nuova tattica di Grillo punta tutto sull’indifferenza, almeno nei limiti del proprio blog (nextquotidiano.it)

LA REAZIONE DEI LETTORI – La derenzizzazione è stata tendenzialmente ben accolta dai lettori del blog di Beppe Grillo, molti dei quali hanno proposto dei nuovi soprannomi per evitare di citare direttamente il premier, tra cui ‘buco nero nell’intelletto’, ‘iperbischero’, ‘il tu mi intendi’ e altri appellativi poco cortesi. Alcuni seguaci più superstiziosi del guru del M5S hanno però interpretato la derenzizzazione del blog come un segno di cattivo auspicio, associando la mossa di Grillo a quella di Walter Veltroni che, nel 2008, nonostante la decisione di non nominare mai Silvio Berlusconi durante i comizi elettorali, fu comunque costretto ad assistere alla vittoria del centro-destra.

 Rachele Sorrentino

@rockeleisrock

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews