Grenot d’oro, prima medaglia per l’Italia agli Europei di atletica

Libania Grenot vince i 400 e consegna la prima medaglia azzurra per l'Italia agli Europei di atletica di Zurigo

grenot

Libania Grenot, classe 1983, oggi oro sui 400 agli Europei di atletica (zimbio.com)

Zurigo – Ferragosto 2015 d’oro per l’atletica italiana: Libania Grenot ha conquistato la prima medaglia per l’Italia ai campionati europei di atletica leggera, che si stanno svolgendo in questi giorni a Zurigo. La ragazza di origine cubana ha conquistato il primo posto nella finale dei 400 metri piani, superando l’ucraina Zemlyak e la spagnola Terrero.

CORSA DI TESTA – La Grenot ha dominato la finale, dimostrando qualche difficoltà solo nella seconda metà del rettilineo conclusivo, dove si è imballata; pioggia e freddo non hanno aiutato le atlete a ottenere tempi di rilievo, ma la classifica premia l’atleta azzurra, al primo grande successo della sua carriera. La sua vittoria è non è stata in discussione per tutto il giro di pista: se nel finale s’è vista ridurre il vantaggio, la Grenot ha saputo distribuire con efficacia e saggezza lo sforzo.

grenot

La Grenot in azione (atleticaleggera.org)

GRANDE ATTESA – I turni preliminari avevano messo in luce una Grenot già favorita: così sui blocchi di partenza si è presentata carica del pronostico che le dava un certo vantaggio. Qualificatasi con un brillante 50’’55, la Grenot ha corso la finale in 51’’10, non certo un tempo di rilievo, anche se sufficiente a conferirle il primo posto. Come detto in precedenza, le condizioni meteo stanno influenzando tutte le gare, soprattutto quelle su pista: oggi, infatti, la 50 km di marcia ha visto un nuovo record mondiale, ma, come ovvio, si correva su strada.

EUROPEI DIFFICILI – Questi campionati europei stanno dimostrando ancora una volta le notevoli difficoltà dell’atletica italiana: tralasciando le sterili polemiche sulle nazionalità di origine di alcuni dei nostri ragazzi, le formazioni giovanili sembrano sempre più in difficoltà a esprimere ragazzi di talento. Se in altri sport il problema inizia a farsi sentire solo adesso – come nel calcio – l’atletica paga da tempo gli errori programmatici della Federazione, del Coni e dei governi che si sono succeduti. La politica ha a lungo ignorato gli investimenti nella formazione sportiva dei giovani e ora stiamo raccogliendo i magri e rinsecchiti frutti della miopia governativa.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews