Grecia: Non solo Tsipras. C’è anche Alba Dorata

alba dorata

Non vi è dubbio alcuno che l’assoluto vincitore e protagonista delle elezioni in Grecia svoltesi ieri sia il leader di Syriza Alexis Tsipras. Ma c’è anche un’altra forza che ha fatto un grosso passo avanti rispetto al passato: Alba Dorata.

MEDAGLIA DI BRONZO - Alba Dorato, partito da molti considerato filofascista, è il terzo partito più votato in Grecia. Alle elezioni parlamentari del maggio 2012 arrivò solamente sesta e a quelle immediatamente successive nel giugno del 2012 arrivò quinta. In questi quasi tre anni Alba Dorata è quindi riuscita a ritagliarsi uno spazio importante.

ORGANIZZAZIONE CRIMINALE? - Se Alba Dorate sia filofascista sta solo agli elettori greci deciderlo, l’unica cosa certa è che 18 deputati della scorsa legislatura di Alba Dorata sono stati rinviati a giudizio per «aver costituito, diretto e fatto parte di un’organizzazione criminale» e «per possesso illegale di armi a scopo di rifornire l’organizzazione criminale». Se si considera quindi che i dirigenti di Alba Dorata erano in carcere, il terzo posto alle elezioni ha un significato totalmente diverso, sicuramente più strabiliante.

MORTI - Alba Dorata però è stata anche vittima di feroci attacchi. Non politici, quelli sono più che legittimi. Le violenze subite da alcuni membri di Alba Dorata sono state fisiche. Lo sanno bene i famigliari e gli amici di Manolis Kapellonis e Yorgos Fundulis, due giovani militanti di Alba Dorata uccisi il primo novembre del 2013 dai colpi di una mitraglietta all’uscita di una sezione del partito. Un terzo ragazzo, di nome Alexandros Gerontas, rimase ferito in maniera grave. La polizia greca ha definito la sparatoria «un’azione terroristica e non una resa dei conti».

In un’intervista esclusiva per La Repubblica, uno dei fondatori di Alba Dorata Theodoros Koudounas è questa previsione: vincerà Tsipras ma nel giro di sei mesi Syriza crollerà e ad approfittarne sarà proprio Alba Dorata. Se Koudounas ha ragione nessuno può dirlo. Ma di sicuro non ci vorrà molto per capirlo.

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi

foto: ibtimes.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews