Grazie a Twitter si conoscono i cicli dell’umore

Ormai è chiaro: i social network sono parte integrante della nostra quotidianità. Quando stiamo troppo tempo senza aggiornare lo stato e le foto del nostro profilo personale, veniamo assaliti da una sorta di ansia che si riesce a placare solo quando riusciamo a collegarci in qualche modo a internet, che sia dal nostro computer o dal nostro smartphone. Ci sono chiaramente degli aspetti positivi legati a questo sistema moderno di comunicare ed esprimersi, come riuscire ad esempio a tenersi in contatto con persone che altrimenti, con gli anni e la lontananza si perderebbero di vista.

Questi effetti legati all’utilizzo dei social network, oggi sono testimoniati addirittura a livello medico: Twitter, Facebook & co. sono in grado di creare ansia e stress in chi li utilizza, ma sono anche capaci di funzionare come una spinta alla prevenzione e come “test diagnostico“.

Una ricerca al riguardo ha coinvolto in particolare Twitter e la Cornell University. Il social network è stato in grado di illustrare i cicli dell’umore umano.

L’umore delle persone, secondo questo studio pubblicato su Science, migliora notevolmente nel fine settimana e appena svegli, nelle prime due ore del mattino. Peggiora drasticamente con il procedere della giornata, soprattutto nel corso di un giorno lavorativo.

Per giungere a questa conclusione, i ricercatori hanno raccolto circa 509 milioni di tweet, i messaggi pubblicati dagli iscritti al social network, da 2,5 milioni di persone, in 84 nazioni per un periodo di circa due anni. Nonostante la diversa cultura legata a tradizioni, religioni, e lingue diverse, sono stati riscontrati cambiamenti e ritmi umorali molto simili tra loro.

E’ proprio nel weekend, lontani dalla routine lavorativa che il nostro umore diventa generalmente più positivo; le persone diventano così più affidabili, gentili e disponibili nei confronti delle altre persone. Anche nel weekend, la positività del nostro umore è più forte al mattino, come avviene in settimana.

E’ stato un software specifico ad aiutare gli scienziati che hanno condotto la ricerca, ad analizzare e comprendere i messaggi presi in considerazione su Twitter.

Gli psicologi hanno poi spiegato i risultati ottenuti dall’esperimento: il nostro umore migliora notevolmente quando ci sentiamo riposati, è il sonno infatti uno dei principali fattori che va ad incidere sul nostro umore. In secondo luogo vanno anche tenuti in considerazione elementi quali il ritmo sonno/veglia, il rapporto luce/notte e gli sbalzi di temperatura.

 

Sara Mariani

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews