GP Corea 2013: anteprima e orari del weekend di Formula 1

formula 1

Dopo il dominio di Singapore, vincerà Vettel anche in Corea? (foto: dailymail.co.uk)

Yeongam (Corea) – La Formula 1 continua la sua trasferta asiatica dove il Circus farà tappa al Korean International Circuit per l’appuntamento numero quattordici del campionato del mondo. Non c’è sosta per piloti e addetti ai lavori che due settimana fa hanno corso la gara notturna di Singapore e nel giro di quindici giorni si sono visti spediti a Yeongam, nella provincia della Sud Jeolla, a pochi chilometri da Gwangju.
Dopo il trionfo di Vettel andato in scena a Marina Bay, imbarazzante per tutti i suoi avversari, la Red Bull si trova ad affrontare un’altra pista dalle caratteristiche che ben si sposano con la meccanica della Rb9 e dove, il tedesco potrebbe posare la prima vera pietra della stagione verso la conquista del quarto e consecutivo titolo piloti. Differente la situazione per la Ferrari e per Fernando Alonso, chiamati all’impresa, quasi impossibile, tanto che gli uomini del Cavallino Rampante, nonostante non abbiano abbandonato lo sviluppo della F138, ha deciso di concentrare il 90% delle risorse sul progetto 2014.

Il circuito di Yeongam - Disegnato da Herman Tilke con un budget di 264 milioni di dollari, assieme al tracciato di Kuala Lumpur, è ritenuta una delle cattedrali del deserto che però, nel 2010, riuscì ad ottenere l’omologazione in extremis, solamente due settimane prima della corsa.
La pista, che verrà percorsa in senso antiorario, misura 5.615 chilometri per un totale di 18 curve, da disputare per 55 giri e dove i piloti saranno costretti a tenere la farfalla aperta per il 62% totale della percorrenza. Da non sottovalutare, soprattutto per i primi piloti che scenderanno in pista durante le libere 1, il poco grip che caratterizza il tracciato, praticamente utilizzato solo per la gara di Formula 1: il circuito è composto da due parti, una parte permanente e una temporanea. Se il lungo rettilineo che costituisce la prima parte del circuito termina con una frenata secca, i livelli di carico aerodinamico restano medio-alti con le squadre che saranno obbligate a utilizzare mappature differenti per scaricare a terra la potenza delle monoposto.

La scelta della Pirelli - Pirelli per il Gran premio di Corea, porterà in pista il P Zero White medium ed il P Zero Red supersoft, combinazione utilizzata per la quarta volta quest’anno, scelta per massimizzare la velocità in qualifica e, allo stesso tempo, per garantire una buona durata in gara, offrendo molte opportunità di strategia. Le caratteristiche più importanti di questo tracciato da un punto di vista delle gomme sono le curve veloci e le pesanti zone di frenata, che permettono alle monoposto di usare la loro massima potenza frenante (o, per essere precisi, decelerazione) di 5,2 g, mentre se si considera il trasferimento di peso, gli pneumatici anteriori sono sottoposti ad una forza verticale pari a 900 kg .

Alonso vinse nel 2010, Vettel nel 2011 e 2012 - 24 ottobre 2010. La temuta pioggia arrivò sul circuito, tanto che la partenza venne ritardata di 10 minuti e le monoposto furono costrette a prendere il via dietro alla Safety Car a causa delle precarie condizioni del tracciato, rese difficili anche a causa del poco tempo passato dalla stesura dell’asfalto. La corsa fu vinta da Alonso, che si portò così in testa alla classifica mondiale, davanti a Lewis Hamilton e Felipe Massa, terzo, mentre Vettel e Webber furono costretti a un doppio ritiro: l’australiano per un suo errore che lo ha portato a stamparsi con il muretto, il tedesco per un problema al motore. Gli ultimi due anni invece, si sono tinti di blu Red Bull con Sebastian Vettel che è riuscito a salire sul gradino più alto del podio nelle ultime due edizioni del Gran Premio di Corea, nel 2011 e nel 2012.

formula 1

Alonso vinse in Corea nel 2010 sotto un acquazzone (foto: dailymail.co.uk)

Meteo: allerta tifone! - La gara potrebbe essere colpita, proprio domenica, dal passaggio del tifone Fitow, una tempesta tropicale, localizzata al largo delle Isole Filippine, che però si sta spostando verso nord, diretta verso la Corea del Sud, dove presumibilmente arriverà in concomitanza del fine settimana. Fitow porterà con sé forti raffiche di vento, anche fino a 100 Km/h e pioggia che potrebbero anche mettere a rischio il regolare svolgimento del Gran Premio.

Il programma del weekend - La copertura televisiva sarà gestita da Sky Sport F1 Hd per le dirette di prove libere, qualifiche e gara mentre la Rai trasmetterà l’intero fine settimana di Formula 1 in differita di almeno tre ore dal termine di ogni sessione. Questo il programma del Gran Premio di Corea 2013.

Venerdì 4 ottobre
03.00-04.30: GP Corea, prove libere 1 (esclusiva sui Sky Sport F1 Hd)
07.00-08.30: GP Corea, prove libere 2 (esclusiva sui Sky Sport F1 Hd)
14.30-15.30: GP Corea, sintesi prove libere 1 (differita Raisport 1)
22.30-23.00: GP Corea, sintesi prove libere 2 (differita Raisport 1)

Sabato 5 ottobre
04.00-05.00: GP Corea, prove libere 3 (esclusiva sui Sky Sport F1 Hd)
07.00: GP Corea, qualifiche (esclusiva sui Sky Sport F1 Hd)
13.45: GP Corea, qualifiche (differita Rai 2)

Domenica 6 ottobre
08.00: GP Corea, gara (esclusiva sui Sky Sport F1 Hd)
14.00: GP Corea, gara (differita su Rai 1)

foto homepage: eurosport.com

Eleonora Ottonello

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews