GP Austria 2014: anteprima e orari del weekend di Formula 1

Formula 1, dopo dieci anni di assenza, torna in calendario il GP d'Austria. L'impianto ha ripreso l'attività dalla stagione motoristica 2011

Il vecchio nome dell'impianto era A1-Ring (foto: blogf1.it)

Il vecchio nome dell’impianto era A1-Ring (foto: blogf1.it)

Spielberg (Austria) – Dopo undici anni di assenza, torna in calendario il GP d’Austria. Ci eravamo lasciati in Canada, una gara che ha segnato l’ennesima debacle Ferrari, tanto che la Rossa è obbligata a dare un segnale di vita in Austria, una dimostrazione di come, i tifosi possano ancora avere delle speranze per il mondiale, anche se soprattutto il titolo piloti sembra un affare a due tra Rosberg e Hamilton. Ci siamo lasciati a Montréal con la vittoria di Daniel Ricciardo per la prima volta sul gradino più alto del podio, come era successo anche in Austria nel 1976 per John Watson, nel 1977 per Alan Jones, nel 1982 fu il turno di Elio De Angelis mentre nel 1984, al volante della McLaren, Niki Lauda vinse il Gran Premio e fu l’unico pilota austriaco a salire sul gradino più alto del podio nella corsa di casa.

IL CIRCUITO - Posizionato nel cuore dell’Austria è lungo 4.326 metri ed è composto da 10 curve. Presenta due grandi rettilinei e altrettante curve ad angolo stretto che andranno a incidere sulla velocità media a giro che sarà molto bassa. Piloti e vetture si troveranno impegnati a percorrere ben 71 giri della pista per una lunghezza totale di 307,146 chilometri. Una vero lotteria per driver, mezzi meccanici e gomme, visto che nessuno, prima di ora, ha provato sull’asfalto del Red Bull Ring dopo il grande riammodernamento.

ORA È IL RED BULL RING - Gli amanti di questo sport lo ricorderanno come A1-Ring anche se ora porta il nome di Red Bull Ring. L’impianto, per tanti anni inattivo, ha ripreso l’attività dalla stagione motoristica 2011 dopo un costoso riammodernamento. L’autodromo viene conosciuto anche come circuito di Zeltweg proprio perché si trova vicino all’omonimo aeroporto militare si era svolto negli anni sessanta il primo Gran Premio d’Austria di Formula 1.

LA SCELTA PIRELLI - L’azienda milanese scenderà in campo per il terzo GP di fila con i suoi pneumatici soft e supersoft: la stessa scelta delle gare a Montecarlo e in Canada. La P Zero Red supersoft è una copertura a mescola definita low working range, ovvero assicura massima performance anche a basse temperature mentre la P Zero Yellow soft ha mescola high working range, perfetta per temperature più elevate e condizioni di pista più dure.

METEO - Se la giornata di venerdì potrebbe essere colpita da qualche debole pioggia al sabato e la domenica la pista dovrebbe rimanere completamente asciutta anche se a preoccupare sarà il vento.

Nell'ultima edizione, nel 2003, a vincere fu Michael Schumacher (foto: motorionline.com)

Nell’ultima edizione, nel 2003, a vincere fu Michael Schumacher (foto: motorionline.com)

IL PROGRAMMA DEL WEEK END - La copertura televisiva sarà gestita unitamente da Sky Sport F1 Hd e Raisport per le dirette di prove libere, qualifiche e gara. Questo il programma del Gran Premio d’Austria 2014.

Venerdì 20 giugno 2014
Ore 10.00-11.30: GP Austria, prove libere 1 (diretta Sky Sport F1 Hd e RaiSport 2)
Ore 14.00-15.30: GP Austria, prove libere 2 (diretta Sky Sport F1 Hd e RaiSport 2)

Sabato 21 giugno 2014
Ore 11.00-12.00: GP Austria, prove libere 3 (diretta Sky Sport F1 Hd e Rai Sport 2)
Ore 14.00: GP Austria, qualifiche (diretta Sky Sport F1 Hd e Rai 2)

Domenica 22 giugno 2014
Ore 14.00: GP Austria, gara (diretta Sky Sport F1 Hd e Rai 1)

foto homepage: redbull.com

 

Eleonora Ottonello
@lapisinha

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews