Governo: riunione dei ministri a fine mese

Il premier Mario Monti

ROMA – Taglio dei “tribunalini”, con un salvataggio di quelli nelle zone di mafia, e alla “golden power”, ossia misure per proteggere dalle scalate aziende strategiche per lo Stato, da Finmeccanica all’Eni. Sono stati questi i punti principali dell’ultimo Consiglio dei ministri convocato nella giornata di ieri, prima dell’imminente pausa estiva.

Il premier Mario Monti ha dato, dunque, appuntamento ai ministri per il prossimo 24 agosto: sul tavolo della riunione, allora, ci saranno, inamovibili, il dilemma della spending review, per quanto riguarda la sua seconda parte, ed effettive (sperando anche efficaci) misure per la crescita.

Via libera dunque al provvedimento sulla revisione della geografia giudiziaria: il numero dei tribunali soppressi, infatti, è stato ridotto da 37 a 31, così come, di pari passo, quello delle procure cancellate, 31 rispetto alle 38 previste.

Si è deciso, dunque, di mantenere gli uffici nelle aree a forte presenza di criminalità organizzata. Resta confermato, però, il taglio delle 220 sedi distaccate.

In piena zona di lotta alla mafia, ha rivendicato il ministro della Giustizia Paola Severino, «il governo non intende in alcun modo arretrare, neanche sul piano simbolico. A tale scopo sono state espunte, dall’iniziale elenco di 37 tribunali e relative procure, le sedi in zone ad alta concentrazione di criminalità organizzata».

Stefano Gallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews