Governo pone quattro questioni di fiducia sul ddl lavoro

ROMA – Come annuncia il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Piero Giarda, il governo ha posto 4 questioni di fiducia riguardo la riforma del mercato del lavoro presa in esame dall’Aula del Senato. Il ddl lavoro viene, dunque, spacchettato in altrettanti capitoli che dovrebbero riguardare la flessibilità in entrata, in uscita, ammortizzatori sociali e formazione.

Secondo il ministro del welfare Elsa Fornero, «La riforma del mercato del lavoro è stata migliorata durante l’esame del Parlamento, ma ora le norme vanno interiorizzate altrimenti rischiano di restare lettera morta».

«Sull’articolo 18 – avanza la Fornero – è stato trovato un compromesso equilibrato in linea con gli standard europei. Anche in questo caso – osserva – non è stata usata l’ “accetta”»

Ad ogni modo, la commissione Lavoro della Camera è attualmente impegnata nello studio di una soluzione che coinvolga anche i sindacati i sindacati sulla questione degli esodati. Proprio questa mattina, in vista di un tavolo tecnico, ha avuto luogo un primo incontro tra la commissione e i rappresentanti di tutti i sindacati, tra i quali la segretaria della Cgil, Susanna Camusso, e il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni.

Stefano Gallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews