Gotham, la città prima di Batman

Fox presenta ‘Gotham’, la serie tv che racconta l’infanzia di Bruce Wayne e i primi anni di carriera del commissario Gordon

Quando sono arrivate le prime voci di un adattamento dell’universo di Batman, senza Batman, il mondo del web, come spesso accade, si è diviso tra gli scandalizzati e gli incuriositi. I primi non concepivano, e in molti ancora non concepiscono, una Gotham senza Batman, i secondi invece volevano vedere dove si potesse andare a parare senza l’uomo pipistrello. La sfida, in effetti, non è da sottovalutare, perché Bruce Wayne è uno di quei protagonisti ingombranti che adombrano tutti gli altri buoni intorno a sé, un protagonista che al massimo per reazione mette in risalto il cattivo di turno. Di conseguenza immaginare una Gotham senza Bruce Wayne non era cosa facile. Il lavoro di Bruno Heller, l’ideatore della serie, però non è da sottovalutare e nell’insieme la nuova serie di Fox mette a segno un pilota abbastanza interessante.

Gotham

Gotham, il logo ufficiale (www.screenrant.com)

LA TRAMA – La storia parte precisamente dall’omicidio di Thomas e Martha Wayne, uccisi come da copione, in un vicolo di Gotham di ritorno da una serata a teatro. Il piccolo Bruce (David Mazouz) assiste alla scena e viene soccorso sul posto da un giovane James Gordon (Ben McKenzie) e dal suo collega Harvey Bullock (Donal Logue). Gordon prende subito a cuore il caso e promette a Bruce di fare giustizia, non tenendo conto del livello di corruzione né del suo collega né del resto della polizia. Gotham è la città marcia che tutti conosciamo e innescare un nuovo corso sembra difficile.

L’ASSENZA DI UN EROE – Visto che il protagonista è un poliziotto, la serie sembra avere un piglio più investigativo. Jim Gordon è pur sempre un poliziotto che si comporta come tale e di conseguenza c’è molta meno azione di quello che forse alcuni potrebbero aspettarsi. C’è solo un buon poliziotto, abbastanza inesperto, circondato da uno stuolo di criminali doppiogiochisti che fa quasi paura e che lo fa sembrare un po’ un novello Don Chisciotte che lotta contro i mulini a vento.

gotham

Ben Ben McKenzie è James Gordon (www.fox.com)

RIFERIMENTI AL PASSATO – In compenso nel pilota ci vengono presentati molti cattivi che chi conosce il fumetto DC o anche semplicemente i tanti adattamenti cinematografici ricorderà. Piccoli e grandi cattivi (Selina Kyle, Gilzean, Il Pinguino…) tutti in una versione ancora acerba che si andrà, si spera, man mano definendo all’interno delle caratteristiche storiche dei personaggi. Il Pinguino, per esempio, è molto poco pinguino nelle movenze fino alla fine della prima puntata.

PUNTI DI FORZA – Il pilota, in linea di massima funziona, ha un buon ritmo e ha la grande qualità di prendere una via sua alternativa, poco legata al concetto di supereroe, anche se un poliziotto in una città supercorrotta non può che essere definito tale. Probabile che, di puntata in puntata, si aggiungerà un po’ di azione al tutto, e in base a come verrà fatto no sarà necessariamente un male. Certo che se ci troveremo di fronte ad un nuovo Arrow, non sarà stato fatto con abbastanza lungimiranza. Altro punto di forza, è l’ambientazione. Gotham è particolarmente suggestiva, a metà strada tra quella di Christopher Nolan e quella più gotica di Tim Burton. D’altra parte è sempre stata un personaggio a sé stante.

gotham

Robin Lord Taylor è Oswald Cobblepot, alias Il Pinguino (www.fox.com)

DEBOLEZZE – Per molti la più grande delle debolezze è l’attore scelto per interpretare James Gordon. Ben McKenzie, infatti, dai tempi di O.C., non sembra essere gran che migliorato come attore. Se poi lo circondiamo da attori validi come Jada Pinkett Smith, Donal Logue e David Mazouz, l’effetto è veramente inclemente.

Elisabetta Tirabassi

@elisabettatb

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews