Google: ‘le donne devono morire’ primo risultato sul motore di ricerca

Allarmante risultato su Google se digiti 'le donne devono': il primo risultato è 'le donne devono morire'

Google

I risultati della ricerca ‘le donne devono’ su Google

Roma – È abbastanza consueto che, chi si sia ricordato solo oggi della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne o chi abbia voluto approfondire l’argomento con una ricerca o, ancora,  chi solo per curiosità, abbia digitato le parole ‘le donne devono’ sul motore di ricerca di Google. Ciò che appare meno consueto sono i risultati di questa innocua ricerca: apparirà infatti, come primo risultato ‘le donne devono morire’. 

LA CAMPAGNA ONU –  Proprio in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne il reparto pubblicità e marketing Onu ha lanciato questa sorta di campagna mediatica: digitando le parole ‘women should’ (le donne devono) ha lasciato che Google completasse la frase in base alle ricerche più numerose fatte in rete. Si è provato a fare lo stesso anche in italiano: il risultato è sconvolgente e allarmante.

LE DONNE DEVONO – Infatti, se si digita sulla stringa di ricerca di Google ‘le donne devono’ e si lascia completare la frase direttamente al motore di ricerca in base alle ricerche fatte più spesso, i risultati sono questi: le donne devono morire, le donne devono stare a casa, le donne devono stare in cucina, le donne devono essere segregate. Se invece si digita ‘le donne non devono’, i risultati sono: le donne non devono leggere, le donne non devono lavorare, le donne non devono guidare, le donne non devono entrare in politica.

CONSIDERAZIONI – Ieri si è parlato tanto della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne e, a detta di alcuni, troppo. È stata anche sollevata la polemica: perché non ascoltiamo anche i racconti di quegli uomini che hanno subìto violenza da parte di donne cattive e crudeli? Ebbene, se provate a digitare sulla stringa di ricerca di Google ‘gli uomini devono’ vi apparirà questo: gli uomini devono stare in guardia anche nei momenti fortunati, gli uomini devono contemplare il cielo e le stelle e non ‘le donne devono morire’. Ovvero, se un uomo viene ‘violentato’ da una donna è un’eccezione: le donne sono per la pace, non per la violenza. La cultura moderna, violenta e sessista, è stata creata dagli uomini che si sono sempre sentiti svantaggiati rispetto alla donna. È sempre stato così: quando ancora le donne non potevano avvicinarsi alla letteratura e gli scrittori erano uomini, i soggetti prediletti dei loro romanzi erano le donne. Gli uomini hanno sempre parlato delle donne, ne hanno sempre avuto paura.

Mariangela Campo

foto: www.leggo.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews