Google I/O 2013, le novità in arrivo da Mountain View

Il Moscone Center è spesso utilizzato da Apple per presentare nuovi prodotti

San Francisco – Il Moscone Center di San Francisco ospiterà, da oggi e per i prossimi due giorni, il Google I/O 2013, l’evento per sviluppatori che ogni anno richiama una sempre maggiore attenzione mediatica intorno al mondo di Mountain View. Molta, almeno nelle attese e rispetto al programma ufficiale, sarà la carne sul fuoco di Google.

Innanzitutto, gli sforzi della compagnia dovrebbero incentrarsi sul sempre brulicante comparto software, e in particolare sul rilascio (immediato o nei mesi a venire) di una nuova versione di Android, il sistema operativo mobile che guadagna sempre più terreno rispetto ai competitor iOS e Windows Phone. Accantonata la possibilità di vedere la fantomatica “Key Lime Pie 5.0″ (i nomi delle distribuzioni Android si rifanno, infatti, ai dolci della tradizione statunitense, da Gingerbread e Cupcake), dovrebbe però essere presentata un nuovo aggiornamento di Jelly Bean, che raggiungerà così la versione 4.3.

Quasi sicura la presentazione di Google Hangouts, il nuovo servizio di messaggistica unificata che, nelle speranze di Brin – Page dovrebbe fare concorrenza a Whatsapp. Hangouts, che alcuni pensano possa chiamarsi Babel, dovrebbe eliminare così le numerose voci di Google Talk, Google Messenger e gli Hangouts, le videochiamate integrate nel social Google+, in modo da utilizzare con un unico account un servizio cross-mediale, valido cioè su computer, smartphone e tablet.

Molto probabile l’introduzione di un servizio ulteriore, Google Games, che andrebbe a ricalcare il Game Center di casa Apple. Una piattaforma sociale per diffondere i giochi e sfidare gli amici, coadiuvata da un miglioramento del cloud, con i servizi che già nei giorni scorsi sono stati unificati attraverso l’introduzione di uno spazio unico di archiviazione.

Difficile, ma non impossibile, sarà vedere sul palco della soleggiata città californiana la presentazione dei nuovi Nexus, i dispositivi “Google stock” che vengono aggiornati direttamente, senza passare per il controllo preventivo dei produttori. Negli ultimi giorni ci sono state speculazioni sulla messa in commercio del Nexus 4 , colorazione bianca, e sull’uscita della seconda versione del Nexus 7, il tablet economico che ha spinto l’azienda statunitense verso un settore fino ad allora non particolarmente coltivato (a beneficio dell’iPad).

Si parlerà anche di Google Glass, i rivoluzionari occhiali à la Minority Report, di statistiche sulle vendite e diffusione di Android, e su nuove integrazioni a livello software, così come è previsto il lancio di una versione riveduta e corretta di Google Maps per il web.

Stefano Maria Meconi

@_iStef91

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews