GMG 2013, oggi la visita di Papa Francesco alle favelas

Il Santuario dell'Aparecida, visitato ieri da Papa Francesco

Rio de Janeiro – Dopo i messaggi alla grandissima folla che si è riversata ieri al Santuario dell’Aparecida, e la visita all’Ospedale São Francisco de Assis, la giornata di oggi per Papa Francesco, che è in Brasile per le celebrazioni della Giornata Mondiale della Gioventù, sarà segnata da una nuova visita, voluta proprio da Bergoglio, particolarmente significativa: quella alla “comunità di Manguinhos“, ovverosia una delle centinaia di favelas disseminate lungo la fascia centrale e periferica di Rio de Janeiro.

Questa visita assume un significato molto importante proprio per i numerosi richiami che Francesco, in questi poco più di quattro mesi di pontificato, ha fatto al recupero della “povertà” della Chiesa, alla vicinanza con i suoi figli più poveri e umili, alla riscoperta di valori semplici, proprio come il santo di Assisi, del quale ha assunto il nome pontificale, era portatore e portavoce tra le genti. Subito dopo la visita a Manguinhos, Bergoglio si sposterà a Copacabana, la celeberrima spiaggia di Rio, per la festa di accoglienza della Gmg, che darà il via alla tre giorni “ufficiale”, con la Via Crucis di venerdì, la veglia di preghiera del sabato, e la messa conclusiva a Guaratiba, domenica.

Ieri il pontefice, affacciato a uno dei grandi balconi dell’Aparecida, il santuario mariano visitato ogni anno da oltre undici milioni di persone, ha lanciato un forte appello alla riscoperta dei valori della vita: «Non bisogna lasciarsi ingannare dal fascino di tanti idoli che si mettono al posto di Dio e sembrano dare speranza: il denaro, il successo, il potere, il piacere». Francesco, che si è poi rivolto ai fedeli parlando del Male, ha detto che «il drago esiste, c’è nella nostra storia, ma non è lui il più forte».

Al discorso, seguito da oltre 200 mila persone accorse all’Aparecida – con un dispiegamento di sicurezza imponente, fatto da oltre 5.000 agenti brasiliani e della Guardia Svizzera – il papa ha fatto seguire la preghiera di “affidamento” alla Vergine dell’Aparecida del suo pontificato. Un atto liturgico, di fede, che testimonia ancora una volta lo straordinario valore dell’America Latina nella diffusione e nella preservazione del messaggio cattolico, essendo questo il continente nel quale la fede nella Chiesa di Roma è ancora viva e vitale.

Stefano Maria Meconi

@_iStef91

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews