Gli spettacoli teatrali a Roma e Milano nel mese di gennaio

Arriva puntuale, con giorni del nuovo anno, la rubrica mensile di Wake Up News, pronta a segnalarvi i migliori spettacoli teatrali in scena a Roma e Milano

Le voci di dentro (fonte: teatrodiroma.net)

Le voci di dentro (fonte: teatrodiroma.net)

Con i primi entusiasmanti giorni del nuovo anno arriva puntuale anche la rubrica mensile di Wake Up News, pronta a deliziarvi con un accurato elenco di spettacoli teatrali che varcheranno i maggiori palcoscenici delle città di Roma e Milano.

ROMA – Gli spettacoli teatrali di Roma cominciano all’insegna dei grandi nomi del teatro italiano contemporaneo con opere classiche e moderne di altissimo livello.
Dal 6 al 25 gennaio al Teatro Olimpico andrà in scena Sogni e Bisogni, commedia scritta e interpretata da Vincenzo Salemme, ideata nel 1995 con il titolo di Io e Lui, chiaro riferimento al romanzo di Alberto Moravia.
L’opera si compone come un singolare duello tra Rocco Pellecchia e il suo organo genitale che, staccandosi dal corpo del suo proprietario, assume le sembianze umane e reclama notorietà e una più alta considerazione all’interno dello scenario della vita. La storia, strampalata e originale, promette notevoli risate  ma indaga, in modo semplice ed efficace, sui grandi interrogativi della natura umana.

La grande storia del teatro va in scena all’Argentina, dal 20 gennaio al 15 febbraio, dove Toni e Peppe Servillo portano lo spettacolo di Eduardo De Filippo Le voci di dentro.
La piéce, diretta da Toni Sevillo stesso, è una commedia raffinata e amara che mostra l’Italia del dopo guerra, alle prese con una necessaria ricostruzione e con i primi sentori del benessere del boom economico, all’interno della quale iniziano a serpeggiare, con sempre maggiore frequenza, notevoli difficoltà relazionali umane. Poesia allo stato puro e realismo interpretativo rendono la commedia di Eduardo De Filippo un’opera storica di grande efficacia e, soprattutto, sempre contemporanea.

Giorgio Albertazzi interpreta Shylock, l'avaro ebro de "Il mercante di Venezia"

Giorgio Albertazzi interpreta Shylock, l’avaro ebro de “Il mercante di Venezia”

Un altro pezzo di storia del teatro è protagonista del Teatro Ghione, calpestato, dal 21 gennaio all’8 febbraio, dal maestro Giorgio Albertazzi, interprete dell’opera shakespeariana Il mercante di Venezia.
La maestosa opera di William Shakespeare rivive a teatro grazie alla magistrale rivisitazione di Albertazzi che dona al celebre “mercante” un tocco unico ed emozionale, vantando citazioni espressive ed interpretative della grande storia del teatro, studiata e vissuta dall’uomo in prima persona.

Otello (fonte: artribune.com)

Luigi Lo Cascio in Otello (fonte: artribune.com)

MILANO – Anche gli spettacoli teatrali di Milano vantano, per il mese di gennaio, grandi nomi e interpretazioni protagonisti di una variegata alternanza di dramma, classicità e contemporaneità.
Si comincia con Amadeus, la celebre piéce del 1978 scritta da Peter Shaffer, da cui Milos Forman trasse l’omonimo film del 1984, che andrà in scena al Teatro Elfo Puccini dal 9 al 18 gennaio.
La rivisitazione della grande opera è affidata alla regia di Alberto Giusta che si serve dell’esperienza recitativa di Tullio Solenghi per raccontare la drammatica storia di Antonio Salieri, musicista italiano desideroso di distruggere la fama e la reputazione del celebre e odiatissimo avversario Wolfgang Amadeus Mozart.

Il grande teatro di Shakespeare è invece il protagonista del Piccolo Teatro Strehler dove, dal 20 gennaio all’1 febbraio, andrà in scena l’Otello. L’opera, diretta e interpretata da Luigi Lo Cascio, trae liberamente spunto dal classico del drammaturgo inglese, ma viene scarnificata e ridotta all’osso, a cominciare proprio dai personaggi che diventano solamente quattro (Desdemona, il condottiero, l’alfiere e un soldato, aggiunto dalla penna del regista): il risultato è una piéce modernizzata e che rivoluziona la tempistica del racconto, poiché il grande dramma di Otello è già avvenuto e ci si ritrova di fronte alle conseguenze e all’indagine sulle reali cause che lo hanno spinto allo scellerato gesto, ovvero l’abissale differenza tra uomo e donna.

Enrico Bertolino in Casta Away (fonte: teatrodusebologna.it)

Enrico Bertolino in Casta Away (fonte: teatrodusebologna.it)

Il 26 e il 27 gennaio il comico Enrico Bertolino porta sul palcoscenico del Teatro Nuovo il suo ultimo spettacolo Casta Away, diretto da Massimo Navone e scritto da Bertolino, Luca Bottura, Ugo Ripamonti e Curzio Maltese, racconto ironico che analizza i cambiamenti sociali e strutturali dell’Italia contemporanea.
L’opera comincia con il naufragio di una nave, al bordo della quale si trova un comico un po’ attempato, il quale, improvvisamente, si trova su di un’isola deserta, dove incontra, incredibilmente, un vecchio compagno, sparito anni prima. Il compito del comico Enrico sarà quello di mostrare, con un’indistinguibile ironia e tagliente satira, come l’Italia di Matteo Renzi sia cambiata e, insomma, dovrà riuscire a «farlo stare sereno».

 Alessia Telesca

foto: teatrodiroma.net; artribune.com;

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews