Gli italiani giocano ai siti legali di casino e alle scommesse ma non sono ludopatici

Gli italiani giocano ai siti legali di casino e alle scommesse ma non sono ludopatici

Circa il 40% degli italiani, dichiara di giocare, magari ai siti legali di casinò online, piazzando qualche scommessa, o acquistando un Gratta&Vinci. Si tratta però di una modalità di gioco saltuaria, e non certo di ludopatia.

A svelarlo, insieme ad altre caratteristiche del popolo del Bel Paese, è la ricerca promossa dalla Coop, nello specifico dall’Ufficio Studi Ancc-Coop, dal titolo “Stili d’Italia”. In particolare il 15% degli intervistati ha dichiarato di giocare alle slot machine e alle vlt sia dal vivo che sui siti legali di casinò ADM, e di questi il 2% si definirebbe “dipendente”.

Spostandoci al mondo delle scommesse, la percentuale di giocatori sale al 40%. Di questi il 36% scommette in maniera saltuaria, magari piazzando una scommessa sul campionato di serie A di tanto in tanto, mentre il 4 % si definisce “scommettitore assiduo”.
Solo il gioco legale è stato preso in considerazione nel rapporto Coop 2018, attività che rientra di diritto negli stili di vita degli italiani. In base alle statistiche, infatti, l’Italia è al primo posto in Europa per quanto riguarda l’incidenza del gioco sul Prodotto Interno Lordo.

Dai siti legali di casinò, alle lotterie: lo 0,6% del Pil

Le entrate erariali collegate al mondo del gioco legale, che va dal biglietto della lotteria, ai giri di slot sui siti di casinò legali online, sono pari allo 0,6% del Pil. In Francia e nel Regno Unito, il gioco d’azzardo influisce sul Pil per lo 0,2%, e in Spagna e Germania per lo 0,1%.
Se la percentuale sembra irrilevante dal punto di vista delle cifre, si pensi solo che la raccolta proveniente dal gioco d’azzardo, sia sul territorio che nei siti di casinò e scommesse online, ha raggiunto la cifra di 100 miliardi, nel 2016.
Andando a spulciare i dati per regione, si scopre come la provincia in cui si gioca di più è Prato, con 2.377 € pro-capite, giocati nel 2016. Una cifra davvero alta, se si pensa che la seconda provincia in classifica è Rovigo con 1.417 € pro-capite.
Tornando alla ricerca della Coop e agli stili di vita, concentrandosi sulle dipendenze, è emerso che i giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni, sono i più inclini a riconoscere di avere una dipendenza. Questa può essere relativa al consumo di sostanze, come alcool o droghe, oppure a modalità di comportamento, come il gioco d’azzardo.

I siti di casinò legali penalizzati dalla legge

Quanto emerge dal rapporto Coop 2018 non stupisce, e anche se il gioco d’azzardo dalla maggior parte degli italiani è vissuto come un semplice passatempo, i numeri relativi alle dipendenze sono stati l’input per l’azione della classe politica. Il Decreto dignità, ormai approvato, impone il divieto di pubblicità al gioco d’azzardo, in tutte le sue forme. Questo andrà però a colpire soprattutto gli operatori online.

Nel mirino infatti le imponenti e spesso martellanti campagne pubblicitarie fatte dai siti di casinò legali e operatori di betting. Questi operatori infatti, offrendo i loro servizi sul web, difficilmente potranno continuare a promuoversi, come hanno fatto fino a questo momento. Saranno le vittime sacrificali della lotta alla ludopatia, non potendo più, a partire dal 2019, stipulare nuovi contratti per la promozione dei loro servizi, che resteranno perlopiù invisibili.

Si salvano dalle restrizioni solo le lotterie nazionali, con estrazioni in differita. Tutti gli altri operatori, che offrono gioco sul territorio, continueranno ad esistere, ma non potranno fare pubblicità alla propria attività. Tale divieto, oltre a colpire la promozione sui canali tv, in radio e tramite cartellonistica, impedisce anche le sponsorizzazioni di eventi, e di team sportivi.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews