Glasgow, elicottero precipita su un pub: ci sono vittime

Un'immagine che mostra parte delle pale dell'elicottero che sporgono dal tetto del pub

Un’immagine che mostra parte delle pale dell’elicottero che sporgono dal tetto del pub

Glasgow – Disastro aereo nella tarda serata di ieri a Glasgow, principale centro urbano della Scozia, quando un elicottero della polizia, per cause ancora da accertare, si è schiantato improvvisamente sul tetto del pub Clutha, in Stockwell Street, nella zona di River Clyde. Le forze di emergenza, prontamente intervenute sul luogo dell’incidente, hanno subito interdetto l’accesso al pubblico.

IL BILANCIO - Ancora stamattina, appena la Police Scotland ha fatto sapere che sull’elicottero c’erano due membri della polizia e un pilota civile, non c’erano notizie certe sul bilancio della tragedia. Gli unici dati certi, a parte l’occupazione dell’elicottero, riguardano il pubblico – 120 persone circa – che occupava il pub nella serata di ieri. «Ci saranno sicuramente vittime, e dovremo prepararci a questo», ha detto chiaramente nella notte il primo ministro di Scozia, Alex Salmond, che è stato informato dell’accaduto. Le forze dell’ordine, dal canto loro, hanno confermato che ci sono delle “vittime” (casualties, in inglese), che molte persone sono intrappolate nell’edificio e che la ricerca di sopravvissuti prosegue in maniera metodica.

L’INCIDENTE - La BBC ha raccolto numerose testimonianze di chi, in diversi modi, ha assistito a questo drammatico incidente. Edward Waltham, che stava per raggiungere un suo amico all’interno del Clutha quando l’elicottero è precipitato, ha detto: «Mi trovavo ad appena 50 metri dal pub quando ho sentito l’esplosione che mi ha subito fermato. Quando ho alzato lo sguardo ho visto una chiara nuvola di fumo e ho capito che proveniva dal Clutha, allora ho iniziato a correre in direzione del pub». Per Mr Waltham, che «non aveva assolutamente idea che l’incidente fosse stato procurato da un elicottero», la scena che si è trovato dinanzi è stata terribile: «C’erano decine di persone che provavano a uscire dalla porta di destra, donne che urlavano e persone intrappolate nel bar. La zona davanti il bancone è solitamente molto frequentata, e al suo posto c’era un muro di detriti».

LA POLIZIA - Qualche minuto fa, il capo della Scottish Police Authority, Vic Emery, ha rilasciato alla stampa un breve comunicato per esprimere solidarietà e vicinanza a parenti e amici delle vittime: «La polizia e i servizi di emergenza stanno lavorando duramente per aiutare chiunque sia rimasto coinvolto nell’incidente, e mi sento molto grato per la loro professionalità e la loro devozione al lavoro».

Stefano Maria Meconi

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews