Giubileo 2015. Paga e prega: a Roma sarà salasso sui trasporti

giubileo 2015 roma metro A e B

Roma, fermata della Metro A e B (Metroroma.net)

Roma – Non c’è pace per la Capitale. Accade così che nella lunga estate romana, tra scandali, incertezze, Buzzi, mafie, Casamonica e sindaco Ignazio Marino in ferie, la nuova questione romana è l’organizzazione del Giubileo 2015. Meglio: l’aggravio di oboli e tasse in previsione del Giubileo 2015.

ANNO DOMINI E TASSE – Secondo le fonti dell’amministrazione capitolina, infatti, pare che l’Anno Santo sia prossimo a diventare ragione di un nuovo salasso per i romani. Spiega all’Ansa l’assessore ai trasporti Stefano Esposito«Anche a Roma come accade in altre città italiane avremo la possibilità di usare ausiliari del traffico anche fuori dal recinto dei percorsi Atac, per sferrare un attacco più duro alla sosta selvaggia: gli ausiliari del traffico, a differenza di ora, potranno fare multe in tutta la città contro la doppia e tripla fila, un problema a Roma molto sentito».

Un problema che si aggiunge alla precaria circolazione dei mezzi pubblici nella città, tanto che la somma dei disagi rischia di trasformarsi in una stangata per cittadini e turisti senza che le difficoltà di mobilità vengano risolte.

Continua l’assessore Esposito: «Che sia stato certificato che il traffico è un’emergenza è un fatto positivo. Dentro il pacchetto gare possiamo accorciare i tempi di espletazione e consegna lavori (dei cantieri aperti). Stiamo lavorando sulle zone 30, sulle pedonalizzazioni, sul coordinamento semaforico agli incroci per velocizzare la mobilità. Abbiamo scelto interventi di importo non elevato. Al momento non abbiamo ancora lavorato ad ordinanze perché preferiamo l’ordinarietà alla straordinarietà. Ma lo strumento è a disposizione».

CARI TRASPORTI – La parola d’ordine sembra essere velocità, ma anche costi, perché se è vero – come specifica Esposito – che sono stati scelti interventi di importi contenuti, è pur vero che le casse capitoline languono e il caro trasporti lieviterà a partire dall’inizio del Giubileo: «Se vuoi andare in centro strapaghi» assicura l’assessore ai Trasporti. Che poi questa sia la norma in tutte le città europee, come spiega Esposito, non rincuora.

«Fuori dal centro, sempre in corrispondenza di snodi ferroviari, si pagherà molto meno», tira dritto Esposito che un’attenzione particolare la rivolge ai bus turistici ai quali verrà concesso di parcheggiare in apposite aree fuori dal centro. Lunedì, in Campidoglio, la bozza di delibera sarà sul tavolo della giunta.

E per chi avesse in animo di usufruire dei mezzi pubblici senza esborso di biglietto, è il Secolo d’Italia ad avvertire: il numero dei controllori sarà aumentato in maniera esponenziale, chiamando sul campo anche il personale normalmente d’ufficio.

Chantal Cresta

Foto || metroroma.net; cambiamentim410.it

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews