Giro d’Italia 2014: le tappe in anteprima

Marco Pantani, vincitore del Giro d'Italia 1998 (roadbikereaction.com)

Marco Pantani, vincitore del Giro d’Italia 1998 (roadbikereaction.com)

Milano – In teoria è tutto segretissimo fino a lunedì, ma molte voci stanno già circolando da giorni sul web: anche questa è la magia del ciclismo, soprattutto del Giro d’Italia. Ogni città che sarà toccata dalla corsa rosa sta fornendo anteprime ai media locali, facendo trapelare a pezzettini l’intero percorso: un puzzle da ricostruire, ma un puzzle che ci da la possibilità di presentarvi in anteprima le tappe del Giro d’Italia 2014.

Pantani – Sarà una corsa rosa dedicata al Pirata quella del prossimo anno: si passerà sia sulla sua terra di origine, in Romagna, sia le salite dove scrisse pagine importantissime di storia del ciclismo.
Ci saranno allora la Foligno – Montecopiolo, dove Pantani era solito allenarsi, l’ascesa di Oropa in memoria della storica impresa del 1999 e l’arrivo in salita a Montecampione, dove nel 1998 Pantani stacco Tonkov e si aggiudicò incontestabilmente la maglia rosa di quell’edizione del Giro d’Italia.
Un percorso che non teme confronti e che promette di scaldare i cuori.

Le tappe – Sembra un po’ di giocare a unire i puntini a parlare di questo Giro d’Italia 2014, ma è necessario per radunare tutte le informazioni. Grazie a molti siti che hanno iniziato questo percorso, possiamo oggi fornirvi un elenco delle probabili tappe del Giro d’Italia che verrà la prossima primavera.
Ovviamente ci sono un po’ di incertezze: l’organizzazione di Rcs sta ancora mettendo a punto il percorso in queste ultime ore e qualche ritocco potrebbe sempre essere possibile.

Venerdì 9 maggio – 1° tappa: Belfast (cronosquadre)
Sabato 10 maggio – 2° tappa: Belfast – Belfast
Domenica 11 maggio – 3° tappa: Armagh – Dublino
Lunedì 12 maggio – Riposo
Martedì 13 maggio – 4° tappa: Bari – Taranto oppure Bari
Mercoledì 14 maggio – 5° tappa: Taranto – Viggiano
Giovedì 15 maggio – 6° tappa: Sassano – Montecassino
Venerdì 16 maggio – 7° tappa: Frosinone – Foligno
Sabato 17 maggio – 8° tappa: Foligno – Montecopiolo
Domenica 18 maggio – 9° tappa: Lugo di Romagna – Pian del Falco o Sestola
Lunedì 19 maggio – Riposo
Martedì 20 maggio – 10° tappa: Modena – Ponte a Ema
Mercoledì 21 maggio – 11° tappa: Correggio, Collecchio o Parma – Savona
Giovedì 22 maggio – 12° tappa: Barbaresco – Barolo (cronometro)
Venerdì 23 maggio – 13° tappa: Fossano – Rivarolo
Sabato 24 maggio – 14° tappa: Agliè – Oropa
Domenica 25 maggio – 15° tappa: Valdengo – Montecampione
Lunedì 26 maggio  - Riposo
Martedì 27 maggio – 16° tappa: Ponte di Legno – Val Martello
Mercoledì 28 maggio – 17° tappa: Sarnonico – Vittorio Veneto
Giovedì 29 maggio – 18° tappa: Belluno – Malga Panarotta
Venerdì 30 maggio – 19° tappa: Bassano – Monte Grappa (cronoscalata)
Sabato 31 maggio – 20° tappa: Maniago – Zoncolan
Domenica 1 giugno – 21° tappa: Gemona – Trieste

Tecnicamente – Tecnicamente parlando, potrebbe essere un Giro d’Italia di altissimo profilo: ovviamente senza conoscere ancora l’altimetria è difficile valutare alcune tappe, ma il percorso sembra promettente.
La partenza irlandese non dovrebbe costituire ostacoli sulla corsa per la maglia rosa, così come le tappe nel sud e nel centro Italia, che però potrebbero essere già molto mosse. Sicuramente qualcosa scatterà con l’arrivo a Montecopiolo, perché prima si scalerà il monte Carpegna, dove si allenava spesso Pantani. Anche l’arrivo a Savona potrebbe riservare qualche sorpresa nel finale, perché si vocifera di una sorta di circuito con una salita breve ma durissima nei dintorni della città rivierasca.
Il Giro d’Italia 2014 entrerà nel vivo con la cronometro da Barbaresco a Barolo, che sarà anche l’occasione per una vetrina internazionale dedicata ad alcuni dei nostri vini più pregiati; seguirà la Agliè – Oropa, con l’ascesa al santuario biellese che potrebbe davvero fare la differenza. Dell’arrivo a Montecampione s’è già parlato, ma la difficoltà della salita merita di ricordarlo, in vista proprio della settimana conclusiva della corsa rosa.
Il 26 maggio si dovrebbe recuperare l’inedito arrivo a Val Martello, perso l’anno scorso a causa del meteo, quindi un passaggio in Veneto per velocisti (Vittorio Veneto) e il finale dolomitico, che prevede anche la cronoscalata al monte Grappa, in memoria del primo conflitto mondiale. Quindi l’arrivo a Trieste di domenica 1 giugno, dopo aver scalato lo Zoncolan sabato 31 maggio.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews