Giro d’Italia, 12a tappa: sorpresa Uran, si prende cronometro e maglia

La cronometro di uno straordinario Uran gli consegna la maglia rosa: adesso il Giro cambia completamente, con Evans che dovrà attaccare

giro

Rigoberto Uran in azione durante la cronometro (gazzetta.it)

Barolo – Rigoberto Uran strappa la maglia rosa a Cadel Evans dove meno te l’aspetti: nella cronometro da Barbaresco a Barolo, la maglia di leader del Giro d’Italia 2014 passa al colombiano della Omega pharma al termine della cronometro dei vini, che ha vinto anche la tappa odierna; ottima la prestazione di Diego Ulissi, secondo e autore, nonostante la pioggia, di una splendida quanto inattesa prova contro il tempo.

URAN – Il cambiamento del colombiano della Omega è visibile a occhio nudo: la sua posizione sulla bici da cronometro è migliorata, così il suo passo. L’uomo silenzioso, fino a oggi invisibile in corsa, potrebbe essere da oggi il nuovo padrone del Giro. Il suo nome era tra quelli favoriti per la vittoria finale ma lo si attendeva nelle tappe di montagna, sulle salite vere: la differenza, invece, l’ha fatta a cronometro. Per lui anche il record di essere il primo colombiano in maglia rosa: vedremo se sarà anche il primo colombiano a mettere in bacheca un Giro d’Italia.

giro

Cadel Evans, che depone oggi la maglia rosa (suipedali.it)

EVANS – Nei programmi dell’australiano non c’era l’arrivo ai piedi delle montagne in ritardo rispetto ai velocisti, questo è sicuro. Evans si trova così di fronte a un Giro completamente diverso da quello che aveva preparato: se vorrà ottenere di nuovo la maglia rosa, dovrà andare all’attacco in salita. Uran, invece, dovrà guardarsi dagli attacchi di Quintana, sul quale ha oltre tre minuti di vantaggio: Evans, quindi, potrebbe anche sfruttare il duello tra colombiani ma sarà comunque necessario che dimostri di essere veramente in forma e all’altezza.

CRONOMETRO STRANA – Un percorso difficile quello della dodicesima tappa del Giro d’Italia; la salita iniziale aveva fatto ben sperare per gli scalatori – Aru, Quintana, Pozzovivo – salvo poi riservare una spiacevole sorpresa sul traguardo. Il sardo della Astana era sembrato particolarmente brillante, così come Pozzovivo, ma tutti e due hanno ceduto nei tratti pianeggianti e mossi, dove la capacità di fare velocità e mantenere la posizione da cronometro ha fatto la differenza.
Con uno sguardo generale gli scalatori non possono dirsi delusi ma i primi chilometri avevano fatto sperare di meglio.

giro

Nairo Quintana, oggi in difesa a cronometro (antena2.com)

CLASSIFICA – Rigoberto Uran, secondo al Giro 2013, guarda ora i rivali dall’alto della sua maglia rosa. Se Evans si ritrova di colpo scalzato dalla vetta della classifica, a sorridere è il polacco Rafal Majka, autore di una splendida prova. Il giovane della Tinkoff, in maglia bianca, ha mantenuto il podio e ha perso solo cinque secondi da Evans: per lui la lotta è appena cominciata. Bene Pozzovivo, in costante rimonta, che si trova a quaranta secondi dal polacco e ha quasi un minuto di margine su Quintana. Il colombiano della Movistar, invece, è ora sesto, con un ritardo di 3’29’’ dalla maglia rosa: per lui sarà davvero un Giro in salita. Subito alle sue spalle si trova l’italiano della Astana Aru, autore di una buona crono e speranza per il futuro.
In definitiva, non si può dire che sia stato Evans ad andare piano: la sorpresa è stata la cronometro di Uran, al di là di ogni attesa.

ANCORA MALTEMPO – Un ulteriore elemento discriminante di questa cronometro è stata la pioggia; i concorrenti partiti nel primissimo pomeriggio – tra cui Malori, Cataldo e De Gendt – hanno dovuto correre su asfalto bagnato, perdendo soprattutto in discesa secondi preziosi. Quando è venuto il momento dei favoriti, invece, la pioggia era cessata, lasciando la possibilità a chi correva per la maglia rosa di Trieste.

MONTAGNE IN VISTA – Domani tappa ancora per velocisti, poi arriveranno le montagne vere: sabato l’arrivo a Oropa, domenica quello di Montecampione, per tornare sulle strade del Pirata. Se il Giro oggi ha trovato il suo padrone definitivo lo scoprire già in questo weekend.

GIRO D’ITALIA 2014 – DODICESIMA TAPPA

ORDINE D’ARRIVO
1 – Rigoberto Uran (Col – Opq) 57’34’’
2 – Diego Ulissi (Ita – Lam) a 1’16’’
3 – Cadel Evans (Aus – Bmc) a 1’34’’
4 – Rafal Majka (Pol – Tcs) a 1’39’’
5 – Gianluca Brambilla (Ita – Opq) a 1’53’’

7 – Wilco Kelderman (Ned – Bel) a 2’03’’
9 – Domenico Pozzovivo (Ita – Alm) a 2’12’’
13 – Nairo Quintana (Col – Mov) a 2’41’’
16 – Fabio Aru (Ita – Ast) a 2’55’’
20 – Ryder Hesjedal (Can – Grs) a 3’22’’

CLASSIFICA GENERALE
1 – Rigoberto Uran (Col – Opq) 49H 37’35’’
2 – Cadel Evans (Aus – Bmc) a 37’’’
3 – Rafal Majka (Pol – Tcs) a 1’52’’
4 – Domenico Pozzovivo (Ita – Alm) a 2’32’’
5 – Wilco Kelderman (Ned – Bel) a 2’50’’

6 – Nairo Quintana (Col – Mov) a 2’50’’
7 – Fabio Aru (Ita – Ast) a 3’37’’
11 – Ivan Basso (Ita – Can) a 5’09’’

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews