Giro 2013: Paolini doma i big: tappa e maglia!

luca paolini (twimg.com)

Luca Paolini, vincitore di tappa e maglia rosa (twimg.com)

Marina di Ascea – Luca Paolini, trentaseienne corridore della Katusha, ha vinto la terza tappa del Giro d’Italia; per lui è la prima partecipazione al Giro ma, corridore esperto, ha giocato al meglio le sue carte. Secondo Hesjedal e terzo Cadel Evans, che raggranellano secondi preziosi su Wiggins e Nibali grazie agli abbuoni al traguardo. Splendida la vittoria di Paolini, che ha saputo scegliere il momento perfetto per attaccare, in un finale convulso e ricco di tentativi di attacco. Paolini, grazie agli abbuoni e al distacco inflitto sulla strada, ha conquistato anche la maglia rosa. Vittima di giornata è Michele Scarponi; caduto a tre chilometri dal traguardo, si è trovato senza compagni e senza assistenza, costretto a inseguire il gruppo dei migliori, perdendo così ben quaranta secondi dai diretti rivali. La caduta, del tutto evitabile, è stata frutto dell’errore di due corridori della Blanco, caduti davanti a lui, che l’hanno portato fuori traiettoria, facendolo finire a terra.

La prima tappa movimentata del Giro ha  lasciato il segno. I 212 chilometri da Sorrento a Marina di Ascea, corsi su un tracciato irto di insidie e privo di vera pianura, hanno visto in campo tutti i leader della classifica, che nei brevi tratti di salita si sono scambiati qualche allungo e si sono invece dati battaglia lungo la discesa. In realtà, nonostante la classifica stravolta, tra gli uomini che aspirano alla vittoria finale poco è cambiato, Scarponi a parte; Hesjedal ha cercato di allungare sia in salita, sia in discesa, ma non ha trovato le giuste sponde. È stata comunque una tappa con un finale altamente spettacolare, frutto all’ottimo lavoro dell’organizzazione, che ha tracciato questa frazione di sicuro richiamo. Il canadese, vincitore del Giro 2012, ha dimostrato oggi che non è in Italia solo per una passerella ma difenderà il titolo.

Domani la Policastro Bussentino – Serra San Bruno, di 244 km; considerata tappa di media montagna dal calendario, vede un Gpm di terza categoria a Vibo Valentia e Croce Ferrata, seconda categoria, a soli 6 km dal traguardo. Non strade per i grandi distacchi ma un’altra tappa che potrà lasciare altri preziosi indizi sui corridori che si contenderanno il Giro 2013.

Giro d’Italia – Seconda tappa Ordine d’arrivo 1 – Luca Paolini (Ita – Kat) 5h 43’ 50’’
2 – Cadel Evans (Aus – Bmc) a 16’’
3 – Ryder Hesjedal (Can – Grs) s.t.
4 – Mauro Santambrogio (Ita – Vin) s.t.
5 – Samuel Sanchez Gonzales (Esp – Eus) s.t.

8 – Bradley Wiggins (Gbr – Sky) s.t.
17 – Vincenzo Nibali (Ita – Ast) s.t.
33 – Michele Scarponi (Ita – Lam) a 1’00’’

Classifica generale 1 – Luca Paolini (Ita – Kat) 9h 04’ 32’’
2 – Bradley Wiggins (Gbr – Sky) a 17’’
3 – Rigoberto Uran Uran (Col – Sky) a 17’’
4 – Benat Intxausti Elorriaga (Esp – Mov) a 26’’
5 – Vincenzo Nibali (Ita – Ast) a 31’’

7 – Ryder Hesjedal (Can – Grs) a 34’
12 – Cadel Evans (Aus – Bmc) a 37’’
22 – Michele Scarponi (Ita – Lam) a 1’23’’

Andrea Bosio @AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews