Gianna Nannini ed il suo Inno tour

Gianna Nannini Inno tour (doremifasol.org)

Il manifesto dell'Inno Tour di Gianna Nannini (doremifasol.org)

La cantautrice senese Gianna Nannini ha iniziato il suo tour Inno con due date speciali a Roma al Palalottomatica venerdi 12 e sabato 13 aprile. Già dalla data di uscita del cd si era parlato di questo album come una forma artistica di catarsi fatta dalla stessa cantante, un canale per riappacificarsi con la vita e con l’amore che vanno e vengono e di certo il suo concerto è la sintesi visiva di tutto ciò.

Gianna sa il fatto suo: si destreggia tra un acuto ed una coreografia, probabilmente improvvisata, arriva a cambiare look ben sei volte ed esce di scena a bordo di una motocicletta da centauro, insomma la regina del rock italiano vuole tenersi ben stretta la sua nomea di tutto rispetto. Il concerto ha inizio con Baciami qui, canzone interpretata dalla cantante con un po’ di malizia ed ironia. Seguono poi Scegli me, Hey bionda e La fine del Mondo. Non mancano momenti di tenerezza con i suoi due grandi cavalli di battaglia, Meravigliosa creatura e Sei nell’anima, attimi nei quali tutto il pubblico del Palalottomatica intona i ritornelli a squarciagola con un po’di commozione.

Subito però ritorna la donna grintosa di sempre con i suoi tre storici successi i Maschi, Fotoromanza e Bello e impossibile, accompagnati da un pubblico in delirio che balla e canta all’unisono con la Nannini vestita di pelle e armata di chitarra elettrica. Gianna cambia completamente interpretazione facendosi più riflessiva ed armonizza la sua gestualità al suono lieve della musica interpretando Ogni tanto, canzone dedicata a sua figlia Penelope, ed è la stessa cantante ad ammettere che ha difficoltà ogni volta a terminare questa canzone per le forti emozioni che le suscita.

Il concerto prosegue con l’interpretazione di Profumo in versione acustica e si conclude con America, grande successo degli anni ottanta. Le luci spente lasciano pensare alla conclusione definitiva del concerto ma la Nannini riappare su una piattaforma al centro del parterre, creando un forte stupore tra i suoi fans che esplodono in un fragoroso applauso. La cantante vestita in total white chiude il concerto interpretando Inno, caratterizzato da un esplosione di petali rossi che cadono come pioggia su tutti gli spettatori. La prossima data del tour è prevista a Caserta il 16 aprile, per poi proseguire a Firenze in due date imperdibili, il 18 e il 19 aprile. Gianna Nannini in questo suo tour si rivela per quello che è: una cantante poliedrica, un‘artista di grande valore con un background musicale alle spalle davvero invidiabile. È proprio una delle più ispirate, capaci, grandi voci femminili italiane.

(Foto: musicpost.it / doremifasol.org)

                                                                                                                                                                                                                                             Giulia Orsi

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Gianna Nannini ed il suo Inno tour

  1. Pingback: Gianna Nannini e la musica iraniana al Mediterraneo Video Festival in programma dal 20 al 22 settembre ad Agropoli (SA) | Mediterraneo Video Festival

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews