Giallo di Avetrana: trovato un indizio

Nuovi indizi nell’indagine sulla ragazza scomparsa ad Avetrana

di Redazione

Avetrana - Colpo di scena nel giallo di Sarah Scazzi, la ragazza scomparsa il 26 agosto scorso ad Avetrana, in provincia di Taranto.

Questa mattina alcuni operai che stavano bruciando delle foglie secche, in un terrento coltivato a uliveto tra Avetrana e Nardò, hanno ritrovato il telefono cellulare della giovane parzialmente bruciato e quasi tutto fuso.

La conferma è data dal numero seriale che coincide con quello del telefono con il quale Sarah aveva fatto uno squillo di avvertimento alla cugina appena uscita di casa e sul quale Sabrina aveva poi provato a richiamare non vedendola tornare a casa, prima facendolo squillare a vuoto e poi trovandolo spento.

Le Forze dell’Ordine stanno effettuando gli accertamenti e le verifiche del caso, ma sembra remota la possibilità di recuperare i dati contenuti nel cellulare. Secondo gli inquirenti il telefono sarebbe stato lanciato da un auto in corsa.

L’area dove è stato trovato il telefono di Sarah era già stata controllata nelle scorse settimane durante i primi pattugliamenti delle forze dell’ordine, in seguito alla denuncia della scomparsa.

Intanto si attende il sopralluogo dei legali della famiglia Scazzi (Walter Biscotti e Nicodemo Gentile, già noti per aver difeso a Perugia Rudy Guede) accompagnati dall’ex comandante del Ris di Parma, ora consulente, Luciano Garofano.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews