Gerry Scotti: «Devolverò la mia pensione da ex parlamentare alle famiglie dei caduti»

Forse non tutti si ricordano il noto conduttore televisivo Gerry Scotti nei panni di parlamentare. Eppure è successo. Era il 1987 quando Scotti fu candidato nel Collegio di Milano alla Camera dei Deputati, nelle file del partito Socialista Italiano, guidato in quegli anni da Bettino Craxi. Il presentatore venne eletto deputato con oltre 9000 preferenze e portò avanti il suo mandato fino al 1992.

Gerry Scotti non ama parlare della sua esperienza in politica, che ha spesso giudicato negativa, ma farà un’eccezione nella trasmissione condotta dall’amica Silvia Toffanin, da lui stesso lanciata nel programma “Passaparola”.

Scotti parlerà nel salotto televisivo della padrona di casa, della sua pensione da ex parlamentare, che percepirà tra 10 anni, quando ne compirà 65.

«Avendo versato i contributi, avrò diritto a percepire all’età di 65 anni, ossia tra 10 anni, una pensione come ex parlamentare di 2.300 euro al mese. Siccome ritengo di non aver fatto in quel ruolo tutto il mio dovere, ho deciso unilateralmente di devolverlo alle famiglie dei caduti nell’adempimento del proprio dovere, delle forze dell’ordine».

La Toffanin ne approfitta poi per chiedergli cosa ne pensa del monologo di Celentano a Sanremo: «A me Celentano piace quando canta. Faccio parte di tutta quella schiera che è cresciuta con la sua musica, che lo ama come cantante e come istrione. I contenuti che ha esposto a Sanremo meritano approfondimenti di tipo diverso. E poi chiedere la censura di altri, sperando di non essere censurati, è perlomeno un atteggiamento curioso, dal quale mi dissocio» ha risposto una delle figure portanti della rete ammiraglia di Mediaset.

E sempre a proposito di Sanremo, Gerry Scotti lancia la sua idea di conduzione per il prossimo anno: «Tutti gli anni si fa il mio nome come conduttore per poi farlo fare ad un altro. Ma vi dico, e segnatevelo, che l’anno prossimo Sanremo verrà condotto da Fabio Fazio e Geppi Cucciari».

infine il conduttore ha parole anche per il  giovane Alessandro Casillo, che ha dedicato la sua vittoria a Sanremo proprio a Gerry Scotti: «Caro Alessandro vincere Sanremo giovani potrebbe essere visto come un punto di arrivo, ma se tu, invece, lo prendi come punto di partenza è meglio, perché da adesso in poi le soddisfazioni tarderanno ad arrivare ancora così grandi e ti sembrerà tutto maledettamente in salita. Non è una predica, ma ti voglio stimolare così a dimostrare a tutto il mondo che avevamo ragione noi e quando vincerai il Sanremo dei grandi io spero di essere lì, un po’ più vecchietto, ad applaudirti in prima fila».

L’intervista integrale al famoso conduttore, andrà in onda oggi a partire dalle 15.30 durante la puntata di “Verissimo” condotta da Silvia Toffanin.

Sara Mariani

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews