Gemelli: tanti, “identici”, “diversi” e italiani

Boom delle nascite gemellari nel nostro Paese, ecco il perchè

di Chiara Campanella

gemelliRoma – Boom di gemelli. Questo è ciò che emerge da alcuni dati presentati durante il primo convegno nazionale sui gemelli in età pediatrica. Dal meeting, organizzato dall’Istituto Superiore di Sanità (in collaborazione con l’Unità di neonatologia, patologia e terapia intensiva neonatale del Policlinico Umberto I di Roma), risulta che dal 1990 al 2005 i parti gemellari sono aumentati del 25%. Infatti, sui 511.436 nati nel 2005, ben 6.735 sono gemelli, ovvero l’1,3% del totale. Si è calcolato, inoltre, che la percentuale sale ancora considerevolmente nelle gravidanze con procreazione medicalmente assistita, raggiungendo un valore nazionale pari a 18,4%.

Tuttavia è opportuno precisare che “la frequenza delle gravidanze gemellari varia nei diversi gruppi etnici. La popolazione nera ha le percentuali più alte, mentre la frequenza più bassa è quella nella popolazione orientale”. A sostenerlo è la dottoressa M. Cristina Digilio, medico dell’ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma, nel corso di un’intervista. Generalmente la frequenza con cui si manifesta il parto gemellare è di 1/70 rispetto alle gravidanze singole. Il parto contemporaneo di più individui rimane comunque un evento raro per gli esseri umani. Nei grandi mammiferi è invece la norma: la maturazione e il rilascio di diverse uova che vengono fecondate da singoli spermatozoi.

Se il parto contemporaneo di più individui è così raro nel genere umano, perché in questi ultimi anni sono nati così tanti gemelli? Le prime cause sono sicuramente le tecniche per la fecondazione assistita. Ma c’è qualcos’altro: le mamme over 30. E ce ne sono tante, soprattutto in Italia. In altri casi, invece, si può parlare di ereditarietà. L’incidenza delle nascite gemellari è influenzata anche da fattori genetici.  Esiste infatti una tendenza ereditaria alle gravidanze multiple e, nell’albero genealogico delle famiglie di gemelli, si notano spesso altri casi di gravidanze multiple.

Un caso molto curioso è quello del Brasile. Si tratta dell’esperimento di Joseph Mengele, il famigerato medico nazista, soprannominato «angelo della morte», che lavorò nel campo di concentramento di Auschwitz  fino al gennaio del 1945. Egli è riuscito a trasformare il piccolo borgo brasiliano di Candido Godoi, nello stato del Rio Grande do Sul, in Brasile, in una sorta di «città ariana». Come sostengono in molti, il medico nazista per diversi anni avrebbe curato le donne in gravidanza della città brasiliana con particolari medicinali ottenendo quasi sempre lo stesso risultato: le neo-mamme avrebbero partorito decine di gemelli, tutti biondi e con gli occhi azzurri. Il prototipo della razza ariana. Il risultato oggi? La cittadina di Candido Godoi è anche detta “città dei gemelli” per la loro alta concentrazione.

diapo_jumeaux

Gemelli di una coppia mista

Come mai, però, alcuni gemelli sono uguali e altri no? Gli omozigoti sono davvero identici. Si formano quando un solo ovocita fecondato da un solo spermatozoo, prima di raggiungere l’utero, si separa in due o più parti indipendenti fra di loro ma in grado, ciascuna, di formare un individuo completo. I gemelli monozigoti sono sempre dello stesso sesso e si assomigliano tanto che in genere si fatica a distinguerli. Al contrario, la gravidanza bi-ovulare avviene per fecondazione di due ovociti ad opera di due spermatozoi diversi. Allora abbiamo i “gemelli diversi”, fratelli e sorelle che possono assomigliarsi oppure no.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews