Furto in convento, paura per i Cappuccini di Alatri

Il convento dei frati Cappuccini di Alatri al centro di un furto: l'assalto ieri sera, mentre i frati cenavano

convento

Il convento dei Cappuccini ad Alatri (cappuccinilazio.com)

Alatri – Ladri in convento: quella che può sembrare la trama di un telefilm o di un romanzo su fratello Cadfael è invece una notizia di cronaca tutta italiana, giunta stamattina sul Corriere della sera dalla Ciociaria, da Alatri, dove un gruppo di ladri ha fatto irruzione in un convento di Cappuccini, poco fuori dal centro cittadino. Le indagini sono ancora in corso e ben poco è noto di quanto sia davvero successo.

CENA E FURTO – I malviventi sembra siano entrati in azione mentre i frati erano a cena nel refettorio; nessuno dei confratelli pare essersi accorto di quanto accaduto, quindi, se non una volta conclusa la cena e rientrati nelle celle personali. In quel momento i frati hanno scoperto che molte celle e alcuni ambienti del convento erano stati messi a soqquadro, mentre alcune porte erano state anche danneggiate. Nessuna traccia dell’identità dei ladri, mentre la polizia indaga proprio sulla materia del furto.

cappuccini

L’interno del chiostro, nel cuore del convento dei frati Cappuccini (corriere.it)

POCO DA RUBARE – Ladri e frati devono essere stati entrambi delusi, ciascuno a modo proprio: secondo la polizia, non è ancora chiaro se sia stato rubato davvero qualcosa. D’altronde i frati Cappuccini non sono noti per la vita di agio e ricchezza, quindi il colpo in convento potrebbe essersi davvero rivelato un flop.
Ciò nonostante la vita privata dei frati è stata messa a dura prova: per persone abituate a ritmi e stili di vita oggi quasi alieni, l’impatto con la violenza e l’illegalità del mondo circostante deve essere stato traumatico.

IL CONVENTO DI ALTRI: DAL PASSATO AI ROMANZI – L’insediamento di frati cappuccini ad Alatri è antichissimo, poiché la struttura sul colle di san Pietro, poco fuori il centro cittadino, era già un insediamento religioso nel XIII secolo, prima ancora che sorgessero gli ordini francescani. Fondato da un ordine di monache benedettine, è passato ai francescani nel ‘500. Il convento compare nel romanzo della scrittrice francese Luce d’Eramo, che ad Alatri ambienta il suo “Io sono un’aliena”, nel quale racconta parte della sua gioventù.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews