Freemarket, il supermercato dove la spesa è gratuita

Freemarket - Try before you buy

Freemarket – Try before you buy

Copenaghen - È il sogno di tutti, soprattutto in questi mesi dove la crisi economica pesa sempre più sui bilanci familiari e in cui molte persone faticano a tenere stretto il proprio lavoro o addirittura a trovarlo, fare la spesa gratis: sarebbe, infatti, bellissimo entrare in un supermercato fornito e riempire il carrello con i prodotto più disparati senza dover sborsare neanche un centesimo.

PRODOTTI GRATUITI… O QUASI - In Danimarca questo sogno sembra essere diventato realtà: è stato inaugurato poche settimane fa a Frederiskberg, nei pressi della bellissima capitale Copenaghen, il Freemarket, un vero e proprio supermercato dove i prodotti in commercio sono completamente gratuiti. Il negozio e la strategia di marketing che ne ha permesso la nascita fondano il loro assai probabile successo su un equo scambio tra market e clienti: infatti i compratori potranno acquistare alcune tipologie di merci gratuitamente, offrendo in cambio una semplice controprestazione pubblicitaria.
Freemarket, fondato da Simon Taylor, è stato inaugurato con lo slogan Try before you buy e quindi non prevede una vera e propria gratuità di tutti i prodotti: non è quindi possibile riempire il carrello e fare la spesa quotidiana completamente gratis, ma il supermercato mette a disposizione dei clienti alcuni prodotti “da provare” a titolo gratuito, in cambio di pubblicità.

Prodotti gratuiti in cambio di pubblicità

Prodotti gratuiti in cambio di pubblicità

LE REGOLE DI FREEMARKET - Le regole per gli acquisti gratuiti prevedono la preventiva compilazione di un foglio elettronico con una lunga serie di dati personali, da passare poi al vaglio delle aziende fornitrici di Freemarket, le quali valuteranno gli iscritti in base alle diverse esigenze pubblicitarie. Molti dei fornitori, come ad esempio l’azienda dolciaria Cloetta che fornisce al supermercato ottimi cioccolatini, richiedono un giudizio specifico sulla qualità della merce acquistata e, molti altri, una campagna pubblicitaria amatoriale sui social network, arricchita di foto e commenti.
Secondo il fondatore Simon Taylor la strategia di marketing adottata dal Freemarket si rivelerà essere vincente, poiché offre una cosiddetta Win-win Situation, in cui cliente e produttore ricevono benefici in modo paritario e a titolo gratuito.
Ovviamente la completa gratuità dei prodotti incontra altri, non indifferenti, limiti poiché la registrazione a Freemarket avviene tramite il pagamento di un abbonamento mensile di 2,55 euro e il limite di un massimo di dieci acquisti gratis al mese. L’idea però ha suscitato entusiasmo da parte della clientela danese, felice di poter provare prodotti alimentari gratuitamente, semplicemente giocando con la pubblicità e con i social network, oramai divenuto strumento d’uso quotidiano e le cui foto di cibi e alimenti non mancano di certo.

Alessia Telesca

foto: facebook.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews