Freelancer, consigli e strumenti web per migliorare l’efficienza

Negli Usa potrebbero essere il 40% dei lavoratori entro il 2020, in Italia si fanno largo nel mercato dell'offerta di lavoro: piccoli consigli e strumenti utili per freelancer

freelancer-consigli-strumenti

Il futuro è dei freelancer? Il settore è in grande espansione in Italia, al netto delle difficoltà di far incrociare domanda e offerta. Negli Stati Uniti, invece, si stima che il 40% della forza lavoro a stelle e strisce potrebbe essere rappresentata da freelancer entro il 2020. Un dato che ha del clamoroso. Ad addentrarsi in consigli si rischia di essere banali o di scadere nella retorica. Ma il successo di un buon freelancer sta anche nel saper porre basi solide per il proprio impegno in autonomia. E nel saper sfruttare al massimo tutti gli strumenti che il web mette a disposizione, spesso gratuitamente.

EFFICIENZA: OTTIMIZZARE IL TEMPO - Alla base dell’efficienza del proprio lavoro c’è il saper utilizzare il tempo in maniera intelligente, scandendo i ritmi in maniera impeccabile e se possibile raggruppando attività simili. Ad esempio si può scegliere di impostare il proprio lavoro dedicando una determinata frazione di tempo ad una sola attività (es.: posta elettronica, programmazione social, telefonate, acquisto prodotti tipografici) e in quel lasso di tempo dedicarsi assolutamente e tassativamente solo a quel compito con tutte le proprie forze. Il multitasking è una dote non di tutti, ma nel lavoro del freelancer può essere dannosa, se ciò significa passare da un impiego all’altro senza soluzione logica o di continuità. Stimate il tempo che una determinata attività vi potrebbe portare via e rispettatelo al centesimo di secondo. Poi passate alla seconda attività pianificata, e così via. Vi stupirete dei risultati a fine giornata.

freelancer-strumenti-consigli

PROGRAMMAZIONE E INVESTIMENTI - Create la vostra routine. Essere freelancer significa avere libertà di schedulare il proprio tempo, ma ciò non significa dover improvvisare ogni giorno. Andate per gradi, partendo dalla programmazione giornaliera a quella settimanale, ed infine mensile. Ma lavorate con la consapevolezza di dover sempre rispettare tutte e tre, e di monitorare le scadenze principali. Soprattutto se utilizzate software per la gestione dei progetti in modo da tenere traccia di tutti i vostri compiti, scadenze e risorse a disposizione. Todoist può essere un ottimo punto di partenza, con una versione base gratuita molto ben fornita (ampliabile fino alla Premium il cui costo è comunque irrisorio, meno di 3 euro al mese). Sfruttatene a pieno funzionalità e capacità. Fate altrettanto per i mezzi tecnologici a vostra disposizione: formatevi ed informatevi prima di scegliere – ad esempio – un pc, un tablet, uno smartphone. Deve essere funzionale al vostro lavoro e ai vostri spostamenti. Dovete avere la possibilità di coniugare professionalità e rapidità d’utilizzo in ogni momento. Il risparmio, soprattutto dal punto di vista tecnologico, non è quasi mai un guadagno.

STRUMENTI PER FREELANCER - Il cloud è il vostro Dio: per evitare spiacevoli problemi tecnologici (ko improvvisi della strumentazione, sia di pc che di supporti esterni) abbiate sempre in testa il mantra del salvare i documenti più importanti in piattaforme di hosting online. OneDrive di Windows o Drive di Google sono i due più utilizzati, al netto delle rispettive limitazioni di spazio. Dropbox è forse la più famosa risorsa di cloud, ma occhio alle ultime varianti del Cryptovirus, il virus “a ricatto” che si può contrarre aprendo mail di provenienza incerta. Se avete installato anche la versione desktop di Dropbox, il Cryptovirus spesso può criptare anche i file di Dropbox e renderli pressoché irrecuperabili. Dotatevi quindi di un buon antivirus (Avast o Avira i migliori gratuiti online, con aggiunta di tool per la navigazione web), con la consapevolezza però che molte varianti del Cryptovirus possono essere segnalate ma non immediatamente bloccate. La prudenza nel gestire la corrispondenza online è sempre d’uopo. Piccolo suggerimento extra: Humyo consente caricamenti di singoli file fino a 10 GB. Lo sapevate?

strumenti-per-freelancer-consigli

Sempre Google mette e disposizione con GoogleDocs uno strumento gratuito per l’elaborazione di testi e tabelle. Una versione meno complessa (e meno fornita) delle classiche suite da PC, ma la comodità del poter accedere immediatamente online al file a poterci lavorare a più mani. Per quanto invece riguarda i piccoli e immediati lavori di editing foto, la chiusura di PicNik ha mandato nel panico molti freelancer. No problem, non mancano le alternative. Da PicMonkey a Picture2Life, senza dimenticare l’italianissimo Kizoa, che consente anche di creare dei piccoli slideshow e che è disponibile in diverse versioni (dalla gratuita alla Premium). Se invece siete PhotoShop-dipendenti, non dimenticatevi dell’app PhotoShop Express: le identiche funzionalità di base della versione più famosa del programma di fotoritocco anche in versione Android, iOS o WindowsPhone.

ADDIO POWERPOINT – Per andare oltre le classiche presentazioni in PowerPoint potreste invece provare Prezi: basta slide scorrevoli una alla volta e via libera ad un vero e proprio storytelling visuale, con tele aperte che permettono di leggere la stanza e aggiustarla in corso per adattarla alla tipologia di pubblico. Una esperienza di navigazione interattiva sorprendente.

Al netto dei segnalibri dei vari social (in quanti sanno che si possono salvare gli articoli su Facebook o che i preferiti di Twitter possono essere utilizzati in maniera più proficua?), Delicious può fungere da segnalibro “segnalibro elettronico”: con esso potete semplicemente mettere dei segnalibri virtuali molto più pratici dei classici preferiti del browser e ricordare più facilmente i siti da rivisitare. Grazie alla classificazione per parole chiave, i segnalibri di Delicious sono molto più pratici da recuperare e condividere. Questo è solo un assaggio. ma vivere da freelancer vuol dire aprirsi ogni giorno ad un mondo di organizzazione, flessibilità e preparazione. E gli strumenti non mancano.

Foto via artisantalent.com, bplans.com, proofhub.com

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews