Francia: la sinistra caccia più immigrati della destra

immigrati

Manuel Valls (labecedaire.fr)

Secondo l’immaginario collettivo italiano, chi vuole rimandare a casa gli immigrati è “di destra” e gli altri “di sinistra”. Ma quello che succede nella vicina Francia insegna che non è vero.

GUERRA SUI NUMERI - Il ministro dell’interno francese Manuel Valls, schierato a sinistra così come l’attuale Capo di Stato François Hollande, ha dichiarato che nel corso del 2013 sono stati fatti allontanare tramite procedimento forzato ben ventuno mila stranieri senza permesso di soggiorno. Il numero dei cosiddetti rimpatri forzati supererebbe così quanto registrato negli anni 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, quando il Presidente della Repubblica era Nicolas Sarkozy, esponente di spicco dell’UMP, partito politico di centrodestra. Il quotidiano più longevo della Francia – Le Figaro – ha però smentito subito il ministro. Le espulsioni, secondo il giornale, sarebbero diminuite rispetto al 2012. In media, i respingimenti al mese nel 2013 sarebbero stati 1.750 mentre nel 2012 erano 1.850. Addirittura, sempre nel 2013 sarebbero aumentati i permessi di soggiorno rilasciati del trenta percento.

VALLS CONTRO GLI AIUTI EUROPEI - Inoltre, il ministro ha detto che le statistiche degli allontanamenti tra il 2008 e il 2012 sono stati notevolmente gonfiati. Il ministro ricorda anche che gli aiuto provenienti dall’Unione europea non erano di alcuna efficacia nella gestione dei flussi migratori. Al contrario, incitavano i cittadini a venire in Francia per poter beneficiare di questo vantaggio lucrativo costoso per le finanze pubbliche e inedito in Europa.

INTANTO IN ITALIA - Per quello che riguarda l’Italia, da poco il Senato ha stato abolito il reato di clandestinità anche con il voto dei senatori del Movimento 5 Stelle dopo un referendum online fra gli iscritti, nonostante Grillo abbia espresso in passato la sua perplessità in passato. Non sono tardate le proteste della Lega che sarebbe pronta a presentare un emendamento per ripristinarlo. Il segretario Salvini, invece, ha detto: «Prepariamoci a portare la battaglia nelle piazze. E lì, fra la gente perbene, vinceremo noi!».

Giacomo Cangi

foto: tg24.sky.it; labecedaire.fr

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews