Fornero: “Pronta la riforma entro marzo”

ROMA – Da Bruxelles, il ministro del Welfare, Elsa Fornero, annuncia che presto ci saranno sgravi per il lavoro femminile e al sud. Si tratta, con molta probabilità, di una sorta di anticipazione dei contenuti della riforma del mercato del lavoro che l’attuale governo sta studiando.

Il termine ultimo per completare tale riforma, chiarisce la Fornero, dovrebbe comunque essere mantenuto per il mese di marzo.Ad ogni modo, ci tiene a precisare il ministro, si tratterà di una riforma da realizzare «con il massimo consenso possibile».

Si partirà, dunque, dal riordino dei contratti e, per quanto riguarda la cassa integrazione, la Fornero spiega che «no ce ne sarà più bisogno se ci saranno i sussidi per la disoccupazione». Ma «entro certi limiti, quella straordinaria deve essere rafforzata».

La riforma del lavoro prevederà «sgravi fiscali e migliori servizi anche nel settore della formazione, da finanziare anche con il fondo sociale europeo», con l’obiettivo principale di favorire l’occupazione femminile esuperare il dualismo tra nord e sud.

Il ministro precisa: «Non ho parlato al futuro: la la parte dell’incentivazione fiscale per l’occupazione di donne e giovani, specialmente al sud, era già inclusa nel decreto salva Italia. Se in previsione ci saranno altre misure nel più ampio riordino del sistema fiscale, non potrò che esserne contenta. Già da ora si può comunque usufruire della riduzione dell’Isvap prevista dal decreto salva Italia».

Affrontando, poi, l’argomento riguardante i contratti di lavoro, la Fornero spiega che «in Italia abbiamo troppe tipologie di contratti che hanno creato molta precarietà, specialmente tra i giovani». E sull’incontro di lunedì prossimo tra il governo e le parti sociali: «Mi auguro che sarà un incontro proficuo come lo è stato l’ultimo. È un lavoro in costruzione, ne abbiamo già posto i primi piccoli tasselli. L’atteggiamento delle parti è quello giusto, senza preclusioni né ricette precostituite».

A commentare le parole del ministro Fornero, il segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni: «Siamo d’accordo con il ministro Fornero sulla necessità di sgravi fiscali per favorire l’occupazione femminile e il meridione. Per far uscire l’Italia dalla recessione, occorre collegarela riforma del mercato del lavoro alle altre misure per la crescita. Non c’è un prima e un dopo. Occorre un patto sociale sulla crescita per decidere come comportarsi sulla riduzione delle tasse, sull’energia, i cui costi sono esorbitanti, sulle necessarie infrastrutture, sulla pubblica amministrazione, sulla formazione e soprattutto sul Mezzogiorno, che è la Cenerentola dei problemi nonché un tema dimenticato da tutti».

Stefano Gallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews