Formula 1, Test-gate: smontata la difesa Mercedes che ora coinvolge la Ferrari

formula 1

Entro oggi sarà emessa la sentenza definitiva (foto: magazinef1.blogspot.com)

Parigi – Sono le 14.00 di giovedì 20 giugno. Il Big-Day della Mercedes, quello in cui sarà giudicata dal Tribunale Internazionale della Fia per aver condotto, nel mese di maggio subito dopo il Gran Premio di Spagna, un test privato per la Pirelli sul tracciato del Montmelò con i piloti ufficiali e la monoposto del 2013, una condizione assolutamente vietata dal regolamento sportivo di Formula 1. L’udienza, che ha preso il via alle 09.30 di stamane, ha visto presentarsi in aula Ross Brawn con gli avvocati del team di Brackley e i rappresentanti di Red Bull e Ferrari, quest’ultima costituendosi come parte civile, che dopo il Gran Premio di Monaco, vinto da Nico Rosberg, erano stati i primi a muovere una protesta ufficiale nei confronti della casa di Stoccarda.
Dopo poco più di tre ore dall’inizio dell’udienza prende sempre più campo l’idea che la squadra tedesca rischi grosso. La difesa Mercedes sembra far acqua da tutte le parti e nonostante Brawn sostenga di aver avuto l’autorizzazione della Fia di utilizzare la monoposto 2013, Mark Howard, legale rappresentante del Tribunale Internazionale, ha sottolineato come il benestare ricevuto da Whiting via telefono a Ron Meadows, team manager dei tedeschi, non sia sufficiente per giustificare quanto accaduto in quanto «Mercedes ha comunque violato l’articolo 22 del regolamento».

«E’ inconfutabile che si tratti di un test effettuato da Pirelli e che Mercedes ha solo fatto ciò che il produttore di pneumatici aveva richiesto», è stata la difesa della casa di Stoccarda, redatta dall’avvocato rappresentante della Mercedes, Paul Harris. Una difesa che assomiglia sempre più a un’arrampicata sugli specchi. Appurato che le comunicazioni tra la squadra e Whiting non erano da considerarsi come un accordo con la Fia ma come un’interpretazione dell’inglese sulla faccenda, il team di Brackley starebbe provando a coinvolgere attivamente anche nella Ferrari, accusando il Cavallino Rampante di aver svolto, analogamente al loro caso, un test con un pilota ufficiale del team.

Cosa ha provato la Ferrari? -Anche la Ferrari, poco dopo il GP del Bahrain si sarebbe resa protagonista di un test segreto sui pneumatici. Il team di Maranello avrebbe utilizzato la macchina del 2011, quindi in linea con il regolamento. Il reparto Formula 1

formula 1
Mercedes potrebbe essere esclusa dal mondiale costruttori (foto: eracemotorblog.it)

Clienti del Cavallino Rampante avrebbe messo a disposizione della Pirelli una 150° Italia, la monoposto con la quale la Ferrari ha preso parte al campionato del 2011, per un test di pneumatici svolto due settimane prima di quello Mercedes a Barcellona. Alla guida ci sarebbe stato il collaudatore del team di Maranello, Pedro De La Rosa, che sarebbe stato il primo pilota a provare gli pneumatici sperimentali che l’azienda milanese sta studiando in previsione della stagione 2014.

Cosa rischia la Mercedes? - Penalità, richiamo, multa o, nel peggiore dei casi, esclusione dal campionato costruttori. Oltre all’articolo 22 del regolamento sportivo, nel caso la difesa di Ross Brawn e avvocati fallisse miseramente, la casa di Stoccarda, potrebbe essere accusata di aver violato l’articolo 151c ed essere quindi accusata di comportamento fraudolento e antisportivo, la medesima accusa che vide la McLaren, nel 2007, espropriata di tutti i punti della classifica costruttori.
Il team tedesco rischierebbe, per l’appunto, di fare la medesima fine del team di Woking con possibile esclusione dal mondiale costruttori e multa in denaro.

Aggiornamento 16.05: Niente di fatto a Parigi, il verdetto potrebbe arrivare domani o lunedì.

foto homepage: f1-fansite.com

Eleonora Ottonello

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews