Formula 1, GP India: Vettel ancora in pole

Sebastian Vettel fa tredici, non c’entrano le scommesse. La Red Bull continua a imprimere il proprio nome in quest’annata di Formula 1 con Sebastian Vettel, che è diventato il primo poleman del GP d’India.
Il tedesco ha portato a quota 16 il conteggio delle partenze dalla prima posizione della griglia di partenza stabilendo il nuovo record del Circus, rubato a Nigel Mansell fermo a 14.

Ancora una pole position per Sebastian Vettel

Lewis Hamilton è stato l’unico avversario che ha provato a contrastare Vettel che lo ha distanziato di circa tre decimi. Una dura qualifica quella dell’inglese della McLaren che domani, nonostante il risultato odierno, partirà quinto vista la penalizzazzione di 3 posizioni in griglia per aver ignorato le bandiere gialle venerdì in occasione delle prime prove libere, realizzando la sua miglior prestazione quando a bordo pista c’era ferma la Williams di Pastor Maldonado.

In prima fila, a causa della retrocessione di Hamilton, si è classificato Mark Webber seguito per soli unidici millesimi di secondo dalla Ferrari di Fernando Alonso.
In quarta posizione e affiancato allo spagnolo prenderà il via l’altra McLaren, quella di Jenson Button che è riuscito a sopravvanzare Felipe Massa, che ha perso la propria chance di migliorare il suo sesto posto a causa di un indicente alla curva 9. Il brasiliano della Ferrari è stato protagonista di un incidente senza conseguenze che ha visto la rottura della sospensione anteriore destra a causa di un contatto, troppo violento, tra la ruota e un dissuasore.

Completano la top-ten Nico Rosberg, settimo, Adrian Sutil con la Force India, Sebastian Buemi e Jaime Alguersuari che hanno deciso di rimanere ai box per preservare un set di gomme morbide. Oltre a Hamilton anche Sergio Perez sarà costretto ad arretrare di tre posizioni per aver ignorato le bandiere gialle al venerdì mattina. Il pilota messicano della Sauber cede così la sua diciassettesima piazza al compagno di squadra Kobayashi e va ad occupare la ventesima piazza alle spalle delle Lotus di Trulli e Kovalainen.

Se l’undicesima fila è occupata dalle HRT di Ricciardo e del pilota locale Karthikeyan, chiude la griglia di partenza Jerome d’Ambrosio, ventitreesimo classificato, mentre il compagno di box Timo Glock, autori di soli tre giri cronometrati, è fuori dal limite del tempo del 107% e domani, salvo deroghe, non prenderà parte alla gara.

Eleonora Ottonello

GP India - I tempi delle qualifiche

1. Sebastian Vettel RBR-Renault 1’24″178
2. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1’24″474 (penalizzato di 3 posizioni)
3. Mark Webber RBR-Renault 1’24″508
4. Fernando Alonso Ferrari 1’24″519
5. Jenson Button McLaren-Mercedes 1’24″950
6. Felipe Massa Ferrari 1’25″122
7. Nico Rosberg Mercedes 1’25″451
8. Adrian Sutil Force India-Mercedes no time
9. Sebastien Buemi STR-Ferrari no time
10. Jaime Alguersuari STR-Ferrari no time

11. Vitaly Petrov Renault 1’26″319
12. Michael Schumacher Mercedes 1’26″337
13. Paul di Resta Force India-Mercedes 1’26″503
14. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1’26″537
15. Bruno Senna Renault 1’26″651
16. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1’27″247
17. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1’27″562

18. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1’27″876
19. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1’28″565
20. Jarno Trulli Lotus-Renault 1’28″752
21. Daniel Ricciardo HRT-Cosworth 1’30″216
22. Narain Karthikeyan HRT-Cosworth 1’30″238
23. Jerome d’Ambrosio Virgin-Cosworth 1’30″866

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews