Formula 1, GP Australia-prove libere: dominio Mercedes poi la Ferrari

Foto: photo4

Foto: photo4

Melbourne (Australia) – Prima sessione di prove libera chiusa in testa alla classifica per Fernando Alonso e per la F14T. Lo spagnolo, che è stato il più veloce in mattinata ha stupito riuscendo a scendere sotto al muro dell’1’32” portando a termine 20 giri senza problemi di natura tecnica. Alle spalle dell’asturiano troviamo la McLaren di Jenson Button e la Williams di Valtteri Bottas, terzo, che è riuscito a stare davanti al compagno di box, Felipe Massa, quarto e staccato dalla vetta di poco più di sei decimi. Quinto tempo per la Red Bull di Daniel Ricciardo che è riuscito a mettere le ruote della sua RB10 davanti alla Mercedes di Nico Rosberg, sesto, e alla vettura gemella di Sebastian Vettel, settimo.

HAMILTON FUORI DAI TEMPI - Lewis Hamilton non compare nella lista dei tempi perché un problema di pressione al motore Mercedes ha obbligato l’inglese a fermarsi alla curva 1. Eppure Lewis è stato involontario protagonista della sessione quando, al ritorno nel paddock, proprio ai tornelli è stato momentaneamente rallentato dalla sicurezza per non aver esposto il pass di accesso.

RAIKKONEN E’ 9° - Chiudono la top ten Kevin Magnussen, ottavo e al debutto nel weekend di Gran Premio sulla McLaren, Kimi Raikkonen, nono con la Ferrari, e Jean-Éric Vergne, decimo sulla Toro Rosso. Peggio è andata alla Lotus e alla Caterham con i rispettivi piloti fuori dalla lista dei tempi.

GP Australia 2014-libere 1: i tempi

1.   Fernando Alonso    Ferrari               1m31.840s            20
2.   Jenson Button      McLaren-Mercedes      1m32.357s  +0.517s   23
3.   Valtteri Bottas    Williams-Mercedes     1m32.403s  +0.563s   27
4.   Felipe Massa       Williams-Mercedes     1m32.431s  +0.591s   19
5.   Daniel Ricciardo   Red Bull-Renault      1m32.599s  +0.759s   26
6.   Nico Rosberg       Mercedes              1m32.604s  +0.764s   17
7.   Sebastian Vettel   Red Bull-Renault      1m32.793s  +0.953s   10
8.   Kevin Magnussen    McLaren-Mercedes      1m32.847s  +1.007s   28
9.   Kimi Raikkonen     Ferrari               1m32.977s  +1.137s   18
10.  Jean-Eric Vergne   Toro Rosso-Renault    1m33.446s  +1.606s   30
11.  Nico Hulkenberg    Force India-Mercedes  1m33.533s  +1.693s   23
12.  Sergio Perez       Force India-Mercedes  1m33.855s  +2.015s   24
13.  Daniil Kvyat       Toro Rosso-Renault    1m34.272s  +2.432s   27
14.  Esteban Gutierrez  Sauber-Ferrari        1m35.578s  +3.738s   7
15.  Adrian Sutil       Sauber-Ferrari        1m36.445s  +4.605s   13
16.  Jules Bianchi      Marussia-Ferrari      1m40.859s  +9.019s   6
17.  Max Chilton        Marussia-Ferrari      1m46.922s  +15.082s  4
18.  Marcus Ericsson    Caterham-Renault                           1
19.  Lewis Hamilton     Mercedes                                   1
20.  Kamui Kobayashi    Caterham-Renault                           1
21.  Pastor Maldonado   Lotus-Renault                              2
22.  Romain Grosjean    Lotus-Renault                              2

MERCEDES PRENDE IL VOLO - Dopo l’apparente delusione delle libere 1, nella seconda sessione di prove Lewis Hamilton ha ottenuto il giro più veloce col tempo di 1’29″625, staccando il compagno di squadra Nico Rosberg, secondo, di 157 millesimi. Terza piazza per una Ferrari, quella di Fernando Alonso, l’unico che è sembrato riuscire a tenere il passo delle monoposto di Stoccarda, ma staccato di circa mezzo secondo dalla vetta. Quarto tempo per la Red Bull di Sebastian Vettel che realizzando un totale di 41 giri ha allontanato le paure di affidabilità che hanno caratterizzato le sessioni invernali del team di Milton Keynes.
Quinta piazza per la McLaren di Jenson Button seguito dall’altra Red Bull, quella di Daniel Ricciardo, sesto, e dall F14T di Kimi Raikkonen, settimo, che sembra aver mostrato qualche problema di adattamento alla vettura.

LOTUS, ANCORA PROBLEMI - Chiudono la top ten la Williams di Valtteri Bottas, ottavo, la McLaren di Kevin Magnussen, nono, e la Force India di Nico Hulkenberg, decimo. La vera sorpresa, ma in negativo, è rappresentata dalla Lotus: se Grosjean è riuscito a portare a termine solo 12 giri chiudendo la sessione con una sospensione rotta, Maldonado è stato obbligato a restare ai box sia durante le libere 1 che le libere 2.

GP Australia 2014-libere 2: i tempi


1.   Lewis Hamilton     Mercedes              1m29.625s           37
2.   Nico Rosberg       Mercedes              1m29.782s  +0.157s  31
3.   Fernando Alonso    Ferrari               1m30.132s  +0.507s  28
4.   Sebastian Vettel   Red Bull-Renault      1m30.381s  +0.756s  41
5.   Jenson Button      McLaren-Mercedes      1m30.510s  +0.885s  33
6.   Daniel Ricciardo   Red Bull-Renault      1m30.538s  +0.913s  38
7.   Kimi Raikkonen     Ferrari               1m30.898s  +1.273s  32
8.   Valtteri Bottas    Williams-Mercedes     1m30.920s  +1.295s  38
9.   Kevin Magnussen    McLaren-Mercedes      1m31.031s  +1.406s  34
10.  Nico Hulkenberg    Force India-Mercedes  1m31.054s  +1.429s  33
11.  Jean-Eric Vergne   Toro Rosso-Renault    1m31.060s  +1.435s  35
12.  Felipe Massa       Williams-Mercedes     1m31.119s  +1.494s  31
13.  Sergio Perez       Force India-Mercedes  1m31.283s  +1.658s  36
14.  Adrian Sutil       Sauber-Ferrari        1m32.355s  +2.730s  36
15.  Esteban Gutierrez  Sauber-Ferrari        1m32.468s  +2.843s  26
16.  Daniil Kvyat       Toro Rosso-Renault    1m32.495s  +2.870s  36
17.  Jules Bianchi      Marussia-Ferrari      1m33.486s  +3.861s  29
18.  Romain Grosjean    Lotus-Renault         1m33.646s  +4.021s  12
19.  Max Chilton        Marussia-Ferrari      1m34.757s  +5.132s  29
20.  Marcus Ericsson    Caterham-Renault                          1
21.  Pastor Maldonado   Lotus-Renault
22.  Kamui Kobayashi    Caterham-Renault

 

foto homepage: f1fanatik.co.uk

Eleonora Ottonello
@lapisinha

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews