Gp Australia: vince Rosberg, Ferrari così così. Rivivi la gara

Formula 1, Gp d'Australia live: la gara di Melbourne in diretta // Partenza ore 7 italiane // Aggiornamenti in tempo reale della prima gara della stagione

formula-1-gp-australia.live-diretta-melbourne

Fernando Alonso sulla Ferrari F14 T scatterà dalla 5a posizione (Facebook: FIA)

Il primo semaforo verde della stagione: alle ore 7 di domenica 16 marzo scatta da Melbourne il mondiale 2014 di Formula 1 con il Gp Australia live, che seguiremo assieme su Wakeupnews in diretta testuale. Il Gran Premio d’Australia è la prima gara dell’anno, e sarà tappa indispensabile per cominciare a stabilire le gerarchie e definire meglio le forze in campo dopo i test del Bahrain e le prove libere ed ufficiali di questo weekend australiano, che hanno dato risposte ambigue anche a causa delle condizioni meteorologiche. Dalle 6.30 saremo online per dare il via assieme alla stagione 2014 del campionato motoristico per eccellenza: Formula 1, il Gp d’Australia è live su Wakeupnews, con aggiornamenti in diretta della gara di Melbourne.

LA GRIGLIA DI PARTENZA - Le qualifiche del Gran Premio d’Australia hanno confermato le sensazioni invernali, seppur funestate da pioggia intermittente. Lewis Hamilton con la Mercedes ha ottenuto la 32esima pole position della carriera con il tempo di 1’44″231, davanti al pilota di casa, Daniel Ricciardo, secondo, che è riuscito a portare in prima fila la sua Red Bull azzardando le gomme intermedie nel tentativo finale. Seconda fila per l’altra Mercedes, quella di Nico Rosberg, e per l’altra sorpresa di giornata, il 21enne danese Kevin Magnussen, quarto con la McLaren al debutto.

Così così la Ferrari, che inizia come aveva terminato. Fernando Alonso, utilizzando e quindi usurando le intermedie per tutto il Q3, non riesce ad andare più in la della quinta posizione. Molto peggio Kimi Raikkonen, che ha sbagliato in Q2 finendo contro il muro e chiudendo in 11a posizione. Ancora peggio il campione del mondo in carica Sebastian Vettel, che si è dovuto accontentare della 12a posizione a causa di un assetto mai perfettamente settato e, in più, di un guasto al software del motore. Alonso, Vettel e  Magnussen sono stati sotto indagine della direzione di gara ed hanno rischiato di dover cedere posizioni ing griglia. Il ferrarista avrebbe ostacolato Gutierrez in Q1, mentre il tedesco della Red Bull e il giovane esordiente della McLaren erano stati accusati di non aver rallentato in regime di bandiere gialle in Q2 dopo l’incidente di Raikkonen. Tutti e tre sono stati graziati. Questa la griglia di partenza completa del Gp Di Formula 1 d’Australia 2014:

1a Fila 1. Lewis Hamilton 1’44”231 Mercedes 2. Daniel Ricciardo 1’44”548 Red Bull 2a Fila 3. Nico Rosberg 1’44”595 Mercedes 4. Kevin Magnussen 1’45”745 McLaren 3a Fila 5. Fernando Alonso 1’45”819 Ferrari 6. Jean-Eric Vergne 1’45”864 Toro Rosso 4a Fila 7. Nico Hulkenberg 1’46”030 Force India 8. Daniil Kvyat 1’47”368 Toro Rosso 5a Fila 9. Felipe Massa 1’48”079 Williams 10. Jenson Button 1’44”437 McLaren 6a Fila 11. Kimi Raikkonen 1’44”494 Ferrari 12. Sebastian Vettel 1’44”668 Red Bull 7a Fila 13. Adrian Sutil 1’45”655 Sauber 14. Kamui Kobayashi 1’45”867 Caterham 8a Fila 15. Valtteri Bottas* 1’48”147 Williams 16. Sergio Perez 1’47”293 Force India 9° Fila 17. Max Chilton 1’34”293 Marussia 18. Jules Bianchi 1’34”794 Marussia 10a Fila 19. Marcus Ericsson 1’35”157 Caterham 20. Romain Grosjean 1’36”993 Lotus 11a Fila 21. Esteban Gutierrez* 1’35”117 Sauber 22. Pastor Maldonado Nessun tempo Lotus * Bottas e Gutierrez retrocessi di 5 posizioni per sostituzione del cambio

FORMULA 1, GP D’AUSTRALIA LIVE SU WAKEUPNEWS: SEGUI LA GARA DI MELBOURNE IN DIRETTA

formula-1-gp-australia-live-diretta-gara-melbourne-hamilton

Lewis Hamilton sfreccia sulla pista bagnata di Melbourne (Foto Twitter: @MercedesAMGF1)

FORMULA 1, GP AUSTRALIA: IL CIRCUITO - Il circuito dell’Albert Park misura 5.303 km ed è ricavato dalle strade cittadine che fanno da perimetro al lago artificiale. I piloti lo percorreranno per 58 giri, coprendo una distanza di 307.574 km. L’asfalto è molto abrasivo, ma quella di, in tre punti le monoposto toccano i 300 km/h e la media sul giro è superiore ai 205 km/h. Il disegno della pista è molto impegnativo, composto da alcune varianti e curve in appoggio che obbligheranno team e piloti a optare per un carico aerodinamico medio alto. Quello dell’Albert Park è un tracciato estremamente duro dal punto di vista della sollecitazione dell’impianto frenante: ben otto staccate secche ed alcune possibilità di sorpasso, ma poco agevoli.

FERRARI ALLA RICERCA DEL RISCATTO - La stagione 2014 di Formula 1 dovrà essere necessariamente quella del riscatto per la Ferrari. Dopo un’annata 2013 opaca, il cavallino ha scelto due stalloni di razza da mettere al volante della F14 T. Ovviamente confermato Alonso, all’asturiano è statoi affiancato Iceman Kimi Raikkonen, già campione del mondo con la Ferrari nel 2007. I test pre-campionato hanno dato buoni risultati e a Maranello c’è un malcelato ottimismo. Alonso e Raikkonen sperano almeno in un podio per il debutto nel mondiale 2014. Il finlandese potrà aggrapparsi alla statistica: vinse al debutto in Rosso anche nel 2007 in Australia e a fine stagione mise in cassaforte anche il mondiale piloti. Questa mattina a partire dalle 6.30 capiremo cosa c’è da attendersi per la stagione 2014 di Formula 1, seguendo assieme il Gp d’Australia live su Wakeupnews, in diretta testuale online.

IL FAVORITO: LEWIS HAMILTON - Un passo avanti a tutti ai blocchi di partenza, però partirà in tutti i sensi l’inglese della Mercedes Lewis Hamilton. Dopo le tre sessioni di test invernali, Hamilton è il candidato con più possibilità di aggiudicarsi l’alloro iridato a fine stagione. Classe 1985, con la sua Mercedes avrà il compito di bissare il successo del 2008 ottenuto con la McLaren. Dovrà fare i conti, oltre che con gli avversari, con i nuovi regolamenti che hanno stravolto la Formula 1: motori 1600 turno (quindi velocità più basse), consumi di carburante da gestire in virtù della ridotta capacità dei serbatoi e power unit. Per uno che ha poca fama di calcolatore, l’impresa non sarà facile. Ai nostri microfoni, Giancarlo Minardi qualche giorno fa ha confessato di continuare a ritenere Alonso il numero 1, ma di sicuro gli avversari temono Hamilton e la Mercedes ci scherza su. Come ha dimostrato “paparazzando” i meccanici Ferrari su Twitter, intenti a spiare all’interno del box delle frecce d’argento durante le prime prove libere del Gp d’Australia.

FORMULA 1 2014, COSA CAMBIA NEL REGOLAMENTO - Vetture più pesanti, più basse e più strette davanti. In Formula 1 innanzitutto sono tornati ufficialmente i motori V6 Turbo da 1.6 litri con regime motore limitato a 15 mila giri al minuto ed ERS, Energy Recovery System, che avrà il compito di offrire alla vettura un’energia maggiore sottoforma di boost: una iniezione di spinta da 160 cavalli fino a 33 secondi al giro, aumentata rispetto al Kers in quanto il sistema recupera energia sia nella fase di frenata che dal calore dei gas di scarico. Il peso minimo delle vetture passa da 642 chili a 691, mentre l’altezza massima del muso, per questioni di sicurezza, è stato abbassato a 185 millimetri. Larghezza dell’ala anteriore ridotta da 1800 millimetri a 1650 millimetri.

Le modifiche non mancano nemmeno sul piano sportivo. In primis solo il pilota campione del mondo dovrà tenere il numero 1 sulla vettura, gli altri potranno scegliere un numero compreso tra 2 e 99. Difficile da capire, invece, la volontà di assegnare il doppio dei punti per il mondiale costruttori e piloti in occasione dell’ultimo GP ad Abu Dhabi. Una decisione che, ad esempio, nel 2012 avrebbe consentito ad Alonso di vincere il mondiale piloti. La speranza è quella di infrangere il dominio di una sola vettura, come è avvenuto con la Red Bull nel 2013. L’impressione è che non sia reato definire la decisione forzata, insensata ed antisportiva.

formula-1-gp-australia-live-diretta-melbourne

LE GOMME - La Pirelli sbarca a Melbourne con un range di coperture completamente nuove, studiate appositamente come conseguenza ai nuovi regolamenti tecnici. A Melbourne debutterà la combinazione PZero White medium e PZero Yellow Soft, che meglio si dovrebbero sposare con le caratteristiche del tracciato. Grazie alla nuova struttura dello pneumatico, sia la gomma media che la soft sono più sono leggermente più durevoli rispetto alle corrispettive del 2013, proprio per evitare i problemi di degrado che hanno caratterizzato Pirelli nell’ultimo anno, con esplosioni di pneumatici in pieno rettilineo tanto spettacolari quanto pericolose.

FORMULA 1 2014, GLI ESORDIENTI AL VIA DEL GP D’AUSTRALIA - Tre debuttanti al via. Saranno Marcus Ericsson in Caterham, Danil Kvyat in Toro Rosso e Kevin Magnussen in McLaren. Tutti e tre giovanissimi e di belle speranze. Ericsson, classe 1990 ed ex pilota di Gp2, già è stato protagonista al volante di una Formula 1, nel 2012, in occasione dei test per giovani piloti a Jerez, quando guidando una Mercedes mostrò un tale potenziale da colpire la dirigenza della casa di Stoccarda. Differente il discorso per Magnussen e Kvyat: il danese, nonostante la partecipazione ai Rookie Test del 2012, ad Abu Dhabi, debutterà in McLaren direttamente dalla Formula 3 Cooper Tires britannica mentre il russo, laureatosi campione del mondo della Gp3 Series, esordirà in Toro Rosso prendendo il sedile lasciato vuoto da Ricciardo.

SEGUI IN DIRETTA IL GP D’AUSTRALIA DI FORMULA 1, LIVE SU WAKEUPNEWS

Francesco Guarino @fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews