Formula 1, Dal 2013 torna il GP d’Argentina

Il nuovo tracciato di Mar del Plata dovrebbe essere lungo 5 chilometri

Buenos Aires (Argentina) – La Formula 1 tornerà a fare tappa in Argentina dove il campionato del mondo mancava dal 1998, quando si corse a Buenos Aires. A maggio si stipulerà il contratto pluriennale tra il ministro del turismo Enrique Mayer e Bernie Ecclestone, dopodiché si dovrà decidere quale sarà il circuito, probabilmente la Corea a causa della sua inadempienza nei pagamenti concordati, che dovrà lasciare il campionato della classe regina del Motorsport.

kids468x60

Il tracciato di nuova costruzione sorgerà a Mar del Plata, una delle località balneari più belle e suggestive dell’Argentina, come ha confermato il presidente Kirchner. Un abbozzo di progetto sembrerebbe essere stato già fatto: il circuito verrà studiato e architettato da Herman Tilke, uomo di fiducia di Ecclestone, sarà lungo circa 5 chilometri e dovrebbe prevedere 18 curve che si articoleranno per buona parte all’interno degli spazi di una base navale dell’esercito. Il tracciato costerà ai piloti circa 90 secondi di percorrenza e potrebbe essere in grado di ospitare un numero di tifosi pari a 80 mila persone mentre il costo di tutta questa azione si aggirerebbe intorno ai 20 milioni di euro, per metà elargiti dal Governo che verrà in aiuto all’impresa argentino-brasiliana Time For Fun che si occuperà attivamente dell’organizzazione dell’evento.
Ma perché non si è tornato a correre a Buenos Aires? Nonostante si tratti della capitale della nazione sud-americana, Mar de Plata oltre a essere una destinazione turistica molto famosa che annualmente riesce a catturare 7 milioni di visitatori, è ritenuta una specie di piccola Montecarlo con il suo porto, casinò, ristoranti e 56 mila posti letto.

Se l’evento si svolgerà a soli 25 miglia da Balcarce, la casa di Juan Manuel Fangio, con l’entrata nel Circus iridato dell’Argentina e del GP del New Jersey a partire dal 2013, il baricentro della Formula 1, come del resto desidera lo stesso Ecclestone, continua a spostarsi vorticosamente verso i paesi extra-europei promuovendo tracciati di nuova generazione dalle location glamour a discapito di quelle piste che ancora oggi e dagli appassionati di tutto il mondo vengono ritenute le culle della Formula 1.

Eleonora Ottonello

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews