Foggia: esplode un palazzo, muoiono i genitori di un bimbo piccolo

L'esplosione del palazzo nel centro storico di Foggia sembra essere stata causata da una fuga di gas: l'incidente ha ucciso i genitori di un bimbo di 4 anni

esplosione palazzina foggiaFoggia – La causa dell’esplosione di una palazzina di sei piani nel centro storico di Foggia, in Via De Amicis, sarebbe una fuga di gas. I primi due piani della struttura sono stati completamente sventrati poco prima delle 4.00 di stanotte. Fino a questo momento le vittime accertate sono due. Tra i feriti ci sarebbe anche un bambino di quattro o cinque anni, i cui genitori sarebbero le due persone decedute nell’esplosione. Attualmente il piccolo si trova in ospedale.

LE VITTIME DELL’ESPLOSIONE – Le vittime della deflagrazione sono Giuseppina Fiore, di 29 anni e il marito Luigi Veneziano, di 37 anni, genitori del bambino soccorso e trasportato in ospedale insieme agli altri feriti. Dalle prime ricostruzioni delle Forze dell’ordine, accorse insieme ai vigili del fuoco e ai volontari del 118 sul luogo del disastro, pare che la coppia si fosse trasferita nell’appartamento di Via De Amicis da poco meno di un mese, dopo aver effettuato alcuni lavori di ristrutturazione all’interno dell’abitazione. I due sono stati trovati senza vita, mentre il figlioletto avrebbe riportato solo alcune fratture.

Tra gli altri feriti, invece, c’è un anziano di 85 anni, Antonio Morelli, che ha riportato gravi ustioni ma non è in pericolo di vita.

esplosione palazzina foggiaLA RICOSTRUZIONE DELLA VICENDA – Intanto sono arrivate anche le prime testimonianze delle persone della zona, svegliate dalla fortissima esplosione e che, spaventate, sono scese in strada. Tra loro, c’è chi sostiene di aver avvertito un forte odore di gas nei giorni scorsi. Uno dei superstiti della palazzina sventrata, intervistato dai giornalisti di un canale televisivo locale, ha spiegato di aver chiamato i tecnici dell’azienda del gas che si occupa della fornitura all’edificio di Via De Amicis, ma che, una volta effettuati i controlli, questi hanno dichiarato che con ogni probabilità il penetrante odore di gas era dovuto ai fumi di scarico.

L’esplosione sarebbe avvenuta nell’appartamento nel quale abitava una persona anziana. Durante la deflagrazione sono stati danneggiati altri tre appartamenti: quello accanto, dove sono state trovate le due vittime e il bimbo, e due ai primi piani, che sono stati completamente sventrati. Le macerie, inoltre, hanno coinvolto una decina di automobili parcheggiate in zona e la potente esplosione ha mandato in frantumi numerosi portoni d’ingresso, finestre e vetrate di abitazioni e negozi che  si trovavano davanti e di lato alla palazzina. I vigili del fuoco hanno tempestivamente fatto evacuare l’intero palazzo, un edificio di sei piani, i primi due del quale completamente sventrati dall’esplosione.

Mariangela Campo

@MariCampo81

Foto: www.google.com

 

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews