Firenze, culla del Rock!

FIRENZE – Si erano proposti in 4mila, tramite Facebook, per lavorare nel nuovo Hard Rock Cafe di Firenze, allestito negli spazi dell’ex cinema storico Gambrinus. Solo 120 di loro sono stati selezionati e hanno ultimato il percorso di training con la soft opening del 14 giugno, giorno del 40esimo compleanno della storica catena statunitense, e l’inaugurazione ufficiale del 4 luglio, giorno dell’indipendenza americana.

 

 

Gli Hosts – addetti all’accoglienza

In questa occasione, i ragazzi scelti per vari ruoli – barman, cuochi, camerieri, commessi e addetti all’accoglienza – dopo un mese di training iniziato il primo di giugno nel salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio alla presenza dei loro trainers, managers e di Rita Gilligan, meglio conosciuta con l’appellativo di Lovely Rita, la super cameriera del primo Hard Rock Cafe apertosi nel 1971 a Londra, sono riusciti a trasmettere entusiasticamente e professionalmente lo spirito dell’Hard Rock Cafe.

 

Il nuovo locale, terzo in Italia dopo Roma e Venezia, si estende su una superficie di 600 metri quadri per 216 posti a sedere e può contare su un’area esterna, una interna dedicata alla live music, un bar, un cinema e il Rock shop per il merchandise a edizione limitata. Ed ha già messo a punto il programma delle iniziative future: il Cafe, infatti, oltre alla serata cinema del lunedì che sancisce il connubio cinema-musica, prevede serate di musica dal vivo di martedì e dì giovedì con l’intento di valorizzare la musica e le band locali.

 

Proprio all’insegna di questa valorizzazione, è stata invitata ad aprire il concerto gratuito nell’adiacente Piazza della Repubblica la band toscana Marla Singer, tornata sulle scene nel 2010 con l’album “Tempi di Crisi” (dopo la vittoria a Sanremo Rock nel 2003 e l’uscita del primo omonimo album nel 2004, hanno girato l’Italia in tour suonando anche con The Cure, Chemical Brothers, Slipknot e Audioslave).

L’Hard Rock Cafe fiorentino ha aperto così i battenti in grande stile, con una festa di piazza introdotta da DjRingo di Virgin Radio e dalla stella inglese leader degli Starsailor, James Walsh. Ospiti d’eccezione: i Simple Minds.

 

 

I Simple Minds

Il celebre gruppo scozzese che ha venduto più di 32 milioni di dischi nel mondo ha regalato alla città un concerto emozionante e partecipativo, con un pubblico particolarmente scatenato alle prime note di Don’t You (forget about me) e Someone, somewhere in summertime, e con un Jim Kerr visibilmente commosso e a tratti un tantino affaticato.

Grande fermento anche per l’atteso “guitar smash” che ha preceduto il concerto: alcuni personaggi famosi e rappresentanti dell’HRC hanno sfasciato chitarre e bassi – niente paura, erano dichiaratamente difettosi! – su dei blocchi di cemento.

 

 

Matteo Renzi, Ghigo e Hamish Dodds al “guitar smash”

Tra questi, il Sindaco Matteo Renzi, Piero Pelù, Ghigo Renzulli, l’arzilla Rita (tanto fedele al brand da essere divenuta l’ambasciatrice ufficiale dell’Hard Rock Cafe), il presidente di Hard Rock International Hamish Dodds, il Director of Operations in Europe Stefano Pandin e il General Manager Dario Cecchini hanno dato il meglio di se stessi.

Dopo questo fervido battesimo non rimane altro che apprezzare i contenuti musicali veri, quelli della buona musica contemporanea, locale e non, in una cornice che ha saputo fondere l’anima e le caratteristiche architettoniche di uno storico cinema giovandosi di incredibili memorabilia del rock. See the show!

Natalia Radicchio

Foto| via l’autore

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

2 Risponde a Firenze, culla del Rock!

  1. avatar
    Erica 12/07/2011 a 14:04

    Per chi ama già Firenze ora ha un altro buon motivo per andarci…

    Rispondi
  2. avatar
    Natalia 13/07/2011 a 12:51

    Penso proprio di sì Erica! ;-)

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews