Fine anno e depressione

depressioneRoma – Le feste di Natale e Capodanno sono per molti occasioni per essere più sereni e dedicarsi alle persone che si amano, ma per tanti altri sono un periodo dell’anno delicato in cui affrontare quella che è comunemente chiamata depressione natalizia o, per dirla all’americana, Christmas Blues.

Depressione è in effetti un termine esagerato, si tratta – nella maggior parte dei casi – di una sorta di malinconia dovuta agli stessi motivi che generalmente causano tanta gioia: la vicinanza di amici e parenti, la necessità – sentita a volte come un obbligo – di stare bene, il confronto con i propri coetanei.

La psicologa e psicoterapeuta Francesca Saccà ha spiegato in un’intervista: «Può capitare che in questo periodo dell’anno si finisca per fare dei bilanci e si diventi più malinconici e apatici del solito» soprattutto quando ci si sente “indietro” non tanto nel paragone con gli altri, ma rispetto alle nostre aspettative.

A essere colpiti sono soprattutto uomini e donne di più di trent’anni, ma per il resto non c’è un prevalere di sesso o condizioni socioeconomiche, questo tipo di depressione può colpire chiunque e con l’avvicinarsi delle feste di Natale e Capodanno circa il 20% in più delle persone cerca supporto presso psicologi e psicoterapeuti.

La pressione maggiore si avverte di solito a causa del confronto obbligato con i parenti, spesso pronti a sottolineare ledepressione mancanze del nostro modo di vivere e a non considerare il nostro stato d’animo.

Per superare questa malinconia bisogna in primo luogo cercare di non abbandonarsi alla tristezza e di ricordare che si tratta di un momento di inquietudine che cesserà: sentirvi malinconici non vuol dire che siete alle porte di una vera depressione.

Ridimensionare l’importanza del Natale può aiutare: vivetelo come se fosse semplicemente domenica, senza troppe aspettative e senza troppi sforzi, senza cercare a tutti i costi cambiamenti che magari non sono arrivati.

Cercate di non lasciarvi “schiavizzare” dalla routine di auguri e brindisi e non forzatevi a vedere persone che non avete voglia di salutare o di affrontare grosse riunioni di famiglia solo perché lo dice la consuetudine.

Limitate la televisione: Natale e la fine dell’anno sono un delirio di buonismo e buoni propositi, spesso solo in nome del consumismo. Se proprio vi annoiate guardate un bel film, leggete un libro, fate una passeggiata in un luogo che vi rilassi.

Infine cercate di mettere materialmente un po’ d’ordine nelle vostre vite: buttate quello che non vi serve, regalate quello che altri potrebbero apprezzare e fate spazio a regali che vi sono piaciuti o per riorganizzare i vostri ambienti.

Soprattutto non dimenticate di trascorrere questi giorni rispondendo ai vostri desideri e alle vostre reali aspettative, non lasciatevi persuadere a desiderare ciò che non volete o quello che, razionalmente, sapete di non poter avere.

Francesca Penza

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews