Finale Coppa Italia, pagelle bastarde Juventus – Lazio: Bedda Matri!

Matri la mette dentro anche in campo e Chiellini segna in rovesciata: due dei tanti motivi per leggere le pagelle bastarde di Juventus - Lazio

Coppa-Italia-2015_Finale-juventus-lazio-pagelle-bastarde

Juventus – lazio: il ritorno delle pagelle bastarde (tvblog.it)

A grande richiesta (dei miei familiari) tornano le pagelle bastarde. Quale migliore occasione se non la finale di Coppa Italia Juventus – Lazio per rispolverare un cocktail di ignoranza e turpiloquio, ed abbellire una partita che di divertimento ne ha regalato ben poco? Detto, fatto: dalla rovesciata di Chiellini al giudizio universale il passo è breve. L’asteroide è vicino, affrettatevi: buona lettura.

PAGELLE BASTARDE JUVENTUS

Storari, voto 5,5: È talmente abituato a stare in panchina, che quando prende gol dopo 4 minuti è ancora sullo scanno accanto ad Allegri. Notevole l’elevazione alla Giuliano Ferrara sullo stacco di Radu. Passa il resto della partita a leggere passi del Deuteronomio. JESUS CHRIST SUPERSTAR.

Barzagli, voto 6: È quello più elegante dei 3 serial killer della difesa bianconera. Nel senso che, se deve amputare un arto ad un avversario, almeno lui mette i guanti. BARZOTTO.

Bonucci, voto 6,5: Sembra l’incrocio col semaforo di piazza Garibaldi a Napoli all’ora di punta: da lì non passa nessuno, neanche l’ambulanza. ANOTHER BRICK (OF TAVERNELLO) IN THE WALL.

Chiellini, voto 6,5: La motosega buona è negli spogliatoi, in attesa di smembrare l’attacco del Barcellona. Prende la squadra sulle spalle e la difesa della Lazio per il culo. Il gol del pari in rovesciata finirà sulla copertina dell’album dei calciatori di Suarez: le figurine Canini. PERRY NASON.

juventus-lazio-finale-coppa-italia-gol-chiellini-galvanim

Il gol del pari. Di Chiellini. In rovesciata. vabbè, chiudete tutto… (Twitter @galvanim)

Lichtsteiner voto 5,5: Ha le gote arrossate come Pikachu già dopo 5 minuti di gioco. Tra le cause si ipotizza un micidiale cocktail in borraccia di aria pura del Canton Ticino arricchita con vin brulè. HIC-STEINER (Dal 115′ Padoin s.v.: Comunque vada, quest’anno ha alzato più trofei di Cristiano Ronaldo. Giocando meno minuti di Giuseppe Rossi. Che è fermo per infortunio da agosto. PADOIDOLO).

Vidal, voto 6: Ha chiesto al parrucchiere di scolpirgli tra i capelli la frase “Che la forza sia con te” in caratteri cirillici. In realtà c’è scritto “Scemo chi legge” in bergamasco. MA COME CAZZO PORTI ‘STI CAPELLI?

Pirlo – Pogba voto 5,5: Dialogano a centrocampo come un pullman di balbuzienti all’Accademia della Crusca. E si intendono  peggio. A Berlino c’è un intero piano dell’Artemis già prenotato a loro nome. ANDAMENTO LENTO (Dal 77’ Pereyra, voto 6: la Juventus sarà la squadra più forte d’Italia, ma è sicuramente quella pettinata peggio. TAGLIATA ARGENTINA).

Evra, voto 6: Randella come un No Expo sulla vetrina di una banca, ma l’arbitro non è Alfano e gli rovina la macelleria transalpina. BOH, BORDELLO.

Tevez, voto 6: Mette paura alla Lazio solo con conclusioni da lontano ed inquadrature da vicino. Opaco, ma è meglio così: ogni primo piano su Rai HD è uno choc anafilattico. CARLITO’S WAY.

coppa-italia-finale-juventus-lazio-pagelle-bastarde-matri

Alessandro Matri in una fase di riscaldamento (gossipblog.it)

Llorente, voto 5: Gli hanno detto che a Roma la sera si rimorchia di brutto, non hanno specificato che doveva farlo fuori dall’orario di lavoro. Il buon Fernando si dimentica di giocare e passa un’ora e mezza a gironzolare per l’Olimpico: occhio da triglia catalana e bastone per i selfie infilato nei pantaloncini per immortalare la tedesca di turno. SCATTO SOLO CON LA DIGITALE (Dall’84’ Matri, voto 7 IL MIGLIORE: il guardalinee gli strozza in gola l’urlo del gol del 2-1. Lui per ripicca gli strozza la sorella. Nel primo tempo supplementare piazza una ciabattata in porta che meriterebbe solo pernacchi nei campi di periferia di mezza Italia, ma Berisha va a terra plastico come un capitello corinzio. BEDDA MATRI).

Allegri, voto 7: Azzecca la mossa Matri, ma più in generale non ne sbaglia una da inizio anno. Sta traghettando una squadra di mezze seghe, alcolisti e trafficanti d’organi a vincere la Champions League. È il suo anno, ma probabilmente anche il suo ano. MAD MAX.

PAGELLE BASTARDE LAZIO

Berisha, voto 5,5: I tifosi della Juventus gli mostrano un gommone alle spalle della porta per irritarlo, lui risponde snocciolando bestemmie in dialetto stretto di Pristina e lanciando mine anticarro tra le gradinate. La rovesciata di Chiellini è una bestemmia calcistica su cui è incolpevole, ma sul gol di Matri va con la mano molle come un palpatore seriale in metro. GUANTO DA FORNO.

de Vrij-Gentiletti, voto 5,5: Reattivi come il timone del Titanic di fronte all’iceberg. ORZA LAZIO. (Dal 105′ Keita s.v.: Pioli lo butta dentro sperando nel jolly. Ma lui s’è già giocato mezzo stipendio a carte ieri notte con Radu, e gli resta solo una coppia di 2. KEITABBIVO).

Radu, voto 6 IL MIGLIORE: Sul primo gol distrae Pirlo e Pogba lasciando cadere a terra una stecca di nazionali senza filtro. Preciso il suo colpo di testa, ma se in porta ci fosse stato un omino del Subbuteo invece di nonno Storari, probabilmente gliel’avrebbe presa. ROM NUN FA’ LO STUPIDO STASERA (Dal 71’ Mauricio, voto 5,5: il brasiliano entra e porta samba, ma soprattutto bamba. Nota di merito per la dolce metà, Mayara. MAYARONE).

coppa-italia-finale-pagelle-bastarde-juventus-lazio-mauricio-maryana

Mauricio in compagnia della moglie Mayara Della Seg… ehm Vega (tio.ch)

Basta, voto 5: In realtà non è il suo vero cognome, bensì è l’esclamazione dei tifosi della Lazio quando lo vedono giocare così. Prova più volte il tiro da fuori, ma ho più mira io nel cesso di un pub dopo 6 pinte di Tennent’s. SERBOTTANA.

Parolo, voto 5,5: Nel primo tempo per poco non approfitta di una vaccata di Pogba. Il suo destro è talmente secco che dalla paura si attiva l’impianto di irrigazione dell’Olimpico. PAROLO SOLTANTO PAROLO.

Cataldi, voto 5,5: Cognome, pettinatura e verve da impiegato del catasto. Però gioca con il cuore, al centro di ogni sua idea. MASSIMO DI CATALDI.

Lulic, voto 5,5: Utile come il dolcificante nel caffè dopo il cenone di capodanno. Gironzola per il campo in cerca della tibia giusta, ma un sit-in dei GoVeg gli fa salire il nervoso e gli rovina l’appetito. SCOTTO E MANGIATO.

finale-coppa-italia-pagelle-bastarde-juventus-lazio

Una rara apparizione di Klose nella partita di oggi (Twitter @Sport_Mediaset)

Candreva – Klose – Felipe Anderson, voto 9 (3+3+3): Per trovare un tridente meno utile di  loro, devi usare una forchettina da dolce per mangiare il brodo. SORELLE BANDIERA (Dall’82’ Djordjevic: entra e inciampa nella propria ombra, divorandosi un gol che avrebbe segnato persino il peggiore Robinho. Nel primo tempo supplementare scocca una saetta che manco Era contro Zeus in una puntata di Pollon. La palla colpisce i due pali dopo aver ballato sulla linea, ma il buon Filip non se ne accorge perché era già andato ad esultare sotto la curva lanciando una molotov. SORPRESA IN SERBO).

Pioli, voto 6: Ingabbia la Juve per gran parte della partita. I gol di Chiellini in rovesciata e Matri con una pantofolata gli garantiscono il diritto di andare all’Angelus domenica e calare una bestemmia in mondovisione. HAI UN MOMENTO, DIO?

PAGELLE BASTARDE, GUEST STAR

Sergio Mattarella, voto di fiducia: Dopo 20 minuti di partita, un inserviente cerca di portarlo al museo delle cere, poi si accorge che respira. Si trova nel bel mezzo di una tifoseria di estrema destra, con maglie bianconere che corrono su e giù per il campo e fiamme con fuochi d’artificio a fine spettacolo: c’è voluto l’ufficio stampa del Quirinale per spiegargli che lo avevano portato allo stadio Olimpico di Roma e non a Dachau. MORTARELLA.

coppa-italia-finale-juventus-lazio-pagelle-bastarde-chiara

Chiara Galliazzo vestita Divani&Divani (Twitter @communityChiara)

Chiara Galliazzo, voto di castità: Riesce nella non facile impresa di cantare l’inno di Mameli a cappella e prendere meno fischi di Psy. Il divano modello “Inchiavabile 2015″ però poteva usarlo per sedersi, invece di metterselo addosso.

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews