File sharing, l’Fbi chiude Megavideo e Megaupload

Chiuso anche Megavideo (tvblogo.it)

Usa – Duro colpo al file sharing quello inflitto dall’Fbi, che nelle ultime ore, ha richiesto e ottenuto la chiusura di due siti leader nel settore, Megaupload.com e Megavideo.com. In manette, il fondatore Kim Dotcom e altre 3 persone legate a quella che è – o, forse, sarebbe meglio dire era – il più grande “magazzino” internet di software, musica e film.

Stando a quanto dichiarato dalle autorità statunitensi, il rischio per Dotcom e gli altri arrestati è una pena pari a 50 anni di carcere. L’accusa è quella di aver violato il copyright in maniera ripetuta e sistematica, infliggendo un danno economico pari a 500 milioni di dollari: tale sarebbe la cifra cui ammonterebbe la mancata riscossione dei diritti d’autore.

Particolarmente significativo anche il momento in cui arriva questo vero atto di forza nei confronti della pirateria informatica: sono infatti trascorse solo poco più di 24 ore dallo sciopero internet con cui colossi quali Wikipedia e WordPress hanno manifestato il loro dissenso nei confronti della legge anti-pirateria in fase di discussione al Congresso.

Poco prima della chiusura, oltretutto, il sito Megaupload si era difeso dalle accuse, ovviamente sempre via web, sottolineando come, in realtà, la maggior parte del traffico generato fosse assolutamente legale. Anche per questa ragione, la dura scelta dell’Fbi ha destato lo scalpore di migliaia di utenti, secondo cui la giustizia a stelle e strisce sarebbe in realtà succube delle pressioni delle grandi major cinematografiche e discografiche.

Non è dunque un caso che la  risposta degli hacker non si sia fatta attendere: alcuni individui vicini ad Anonymous hanno infatti rilanciato rendendo irraggiungibili vari siti web, tra cui anche quello del dipartimento di Giustizia statunitense.

Mara Guarino

Foto homepage via: theuptownlounge.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews