Festival di Venezia: arrivano gli italiani. Notevoli le pellicole fuori concorso

Mira Nair, regista di "The reluctant fondamentalist"

VENEZIA – Tra i film in proiezione nella seconda giornata della sessantanovesima Mostra Internazionale d’Arte cinematografica di Venezia, il debutto dell’Italia con Gli equilibristi di Ivano De Matteo. La pellicola, presente nella sezione Orizzonti e con protagonisti Valerio Mastandrea e Barbora Bobulova, narra le vicende di una famiglia ai tempi della crisi, del tradimento di lui verso lei e delle conseguenze negative dal punto di vista emotivo ed economico che il protagonista maschile si troverà ad affrontare.

Altro film proiettato in concorso è Superstar, di Xavier Giannoli, uno spaccato della nostra società al tempo dei reality, dove un signor nessuno si ritrova ad essere famoso e popolare senza alcuna ragione. In concorso è anche Izmena del russo Kiril Serebrennikov, una storia d’amore tra un uomo e una donna i cui rispettivi coniugi sono a loro volta amanti.

Interessante anche se fuori concorso, poi, The iceman, con Michael Shannon e Winona Ryder, incentrato sulla vera storia di Richard Kunklinski, persona comune all’apparenza ma killer a sangue freddo appartenente alla metà degli anni cinquanta. Il film ha ottenuto una buona accoglienza e Shannon ha dichiarato di aver vissuto l’interpretazione del killer come qualcosa di stimolante e profondo, ma allo stesso tempo pauroso, vista la complessità e la crudeltà del personaggio. Winona Ryder ha confessato che il bravissimo Shannon – lo ricordiamo candidato all’oscar nel 2010 come attore non protagonista in Revolutionary Road e protagonista di Take shelter, pellicola Gran Prix della Critica a Cannes nel 2011 – era terrorizzata recitando con lui durante le riprese.

Ha fatto parlare molto il film che ieri ha aperto la mostra, The Reluctant Fondamentalist, che vede tra i protagonisti Kate Hudson, la quale oggi si è dichiarata entusiasta del ruolo, e di quanto fosse pronta a tutto pur di convincere la regista Mira Nair a darle il ruolo di Erica. Protagonista maschile della pellicola, Riz Ahmed, talento puro della recitazione, da tener d’occhio in futuro, con un curriculum che parla da solo: trent’anni, laurea ad Oxford e il diploma alla rinomata Central School of Speech and Drama. Ahmed ha confessato quanto egli stesso si sia sempre sentito socialmente metà dentro e metà fuori, in quanto anglo-pakistano cresciuto a Londra, e di quando egli stesso abbia vissuto l’esperienza di essere stato fermato in aeroporto come presunto terrorista, esperienza che gli ha fatto vivere il terrore e un enorme senso di incredulità di fronte ad una situazione nella quale, ha affermato, si è ritrovato solo e perso.

Gian Piero Bruno

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews