Festival di Venezia 2013: Leone d’oro per la carriera a Friedkin

 William Friedkin www.dvdclassik.comÈ andato al regista statunitense William Friedkin il Leone d’oro alla carriera della 70esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. La decisione è stata presa dal Cda della Biennale presieduto da Paolo Baratta, su proposta del Direttore della Mostra del Cinema Alberto Barbera.

Friedkin, grande regista di film horror e polizieschi, fu ribattezzato il “regista del male” quando nel 1973 presentò quello che divenne ben presto un cult, ovvero L’esorcista. Il film “più terrificante di tutti i tempi” (recitava la locandina) vinse due premi Oscar ed è stato considerato il secondo lungometraggio più spaventoso della storia, dietro solo a Shining, di Stanley Kubrick. Tra i capolavori anche Il braccio violento della legge e Vivere e morire a Los Angeles.

«Venezia, specialmente durante la Mostra, è una casa spirituale per me – ha dichiarato Friedkin -. Il Leone d’oro alla carriera è qualcosa che non mi sarei mai aspettato, ma sono onorato di accettarlo con gratitudine e amore».

Friedkin riceverà il riconoscimento durante la 70esima Mostra di Venezia (28 agosto – 7 settembre 2013), dove presenterà il restauro de Il salario della paura (Sorcerer, 1977), appositamente realizzato dalla Warner Bros. Un film molto discusso quando uscì (una settimana dopo Guerre stellari di George Lucas) diventando uno dei film di Friedkin più acclamati dalla critica ma anche uno dei meno facili da apprezzare sul grande schermo. «Considero Il salario della paura il mio film più personale e il più difficile da realizzare – ha dichiarato Friedkin -. Sapere che sta per avere una nuova vita al cinema, è qualcosa di cui sono profondamente riconoscente. Il fatto poi che il film abbia la sua prima mondiale alla Mostra di Venezia, è qualcosa che attendo con grande gioia. È una vera resurrezione di Lazzaro».

Due anni fa Friedkin era in concorso con un’altra pellicola Killer Joe, che ha ricevuto un fiume di applausi alla prima proiezione stampa. In quell’occasione, per molti, era rinato un regista vista la carriera altalenante fatta di alti e bassi.

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews