Festival della Letteratura di Viaggio: da Roma verso il mondo!

Roma – Entra nel vivo in questo fine settimana di inizio ottobre il Festival della Letteratura di Viaggio, sostenuto dalla Provincia di Roma e promosso da Società Geografica Italiana e Federculture.

Nato nel 2008 dall’idea di un grande appassionato di letteratura di viaggio, Claudio Bocci, la manifestazione, con la direzione artistica di Stefano Malatesta e di Antonio Politano – curatore del programma – è ormai giunta alla quarta edizione.

Lo scenario è principalmente quello dei giardini e del Palazzetto Mattei di Villa Celimontana (in Via della Navicella a Roma), che per quattro giorni diventa “casa del viaggio”, crocevia di storie, di luoghi e di culture narrate, attraverso sfumature e contrasti, con ogni mezzo disponibile: dalla letteratura al giornalismo, dal cinema alla fotografia, dalla musica al teatro e alla televisione. Qui si incontrano i viaggiatori dai retroterra e dagli intenti più disparati: scrittori, reporter, poeti, storici e geografi, ma anche fotografi, musicisti, registi e pittori.

Sotto il Portico di Palazzetto Mattei, la Libreria del Viaggiatore e il caffè letterario accolgono i visitatori tra libri e riviste sull’argomento, in un’atmosfera sì rilassante, ma soprattutto stimolante.

Dopo l’edizione dello scorso anno, Verso Oriente, il Levante, l’appuntamento di quest’anno non poteva che rivolgersi alla celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, sintetizzata dal titolo “Viaggio in Italia, Viaggi degli Italiani”.

Ed è proprio l’etereogenità a colpire: si legge dal classico itinerario di formazione del Grand Tour agli scrittori contemporanei del nostro Paese e di altri; si ascoltano gli inviati speciali in giro per il mondo, così come musica dalle diverse suggestioni; ci si ritrova tra libri, riviste, ma anche film, foto e viaggi che ti fanno venire voglia di fare le valigie all’istante.

Tre mostre sono poi particolarmente interessanti. La prima, Sul Tetto del Mondo e nell’Impero di Mezzo - sempre a Villa Celimontana – è un excursus tra documenti e foto dei viaggiatori marchigiani in Asia Matteo Ricci e Giuseppe Tucci, organizzata in collaborazione con la Regione Marche, ospite d’onore di questa edizione.

Le altre due, prettamente fotografiche, hanno invece luogo presso lo Spazio Fontana di Palazzo delle Esposizioni (in Via Milano): una personale del fotoreporter Valerio Bisturi, Encerrados, viaggio nelle carceri sudamericane, e una collettiva, The Liquid Stage, storie di uomini e acqua (gli artisti sono Bruno Zanzottera, Alessandro Gandolfi, Sergio Ramazzotti, Davide Scagliola, Gianmarco Maraviglia, Francesco Alesi, Luigi Baldelli e Simone Cerio).

Patrizio Roversi e Susy Blady, ospiti della manifestazione

Di nuovo a Villa Celimontana, c’è spazio anche per una rassegna televisiva dedicata agli sceneggiati d’autore sui grandi viaggiatori italiani, per il laboratorio di scrittura e fotografia e per cinque lectio magistralis centrate su storia, geografia, fotografia, letteratura, musica.

Per entrare nello specifico del weekend, si segnalano alcuni eventi tra i tanti. Sabato 1 ottobre Viaggiare per cooperare, un incontro a cui parteciperanno i rappresentanti di molte associazioni di volontariato, alla ricerca di uno sguardo sul viaggio fatto non solo di conoscenza ma anche di cooperazione e solidarietà. A seguire il dibattito – che non si può che immaginare appassionato – tra i sostenitori di carte e mappe da una parte e quelli di Gps e nuove tecnologie dall’altra.

In serata, divertente l’idea di In Panda & in Topolino; due giornalisti-scrittori, Michele Serra e Paolo Rumiz, raccontano due viaggi in Italia (il primo fatto da Ventimiglia a Trieste e il secondo lungo le strade secondarie degli Appennini), in epoche diverse (il 1985 e il 2006) e alla guida – come da titolo – di due auto diverse.

Alle 20.30, con Misteri per caso, Patrizio Roversi e Susy Blady indagheranno in giro per il mondo eventi storici e geografici non ancora spiegati, in una sorta di anteprima del loro prossimo programma televisivo.

Domenica mattina laboratorio per i lettori più piccoli (8-12 anni) e a seguire due lectio magistralis, per appassionati di letteratura itinerante e di musica: “Lezione di letteratura: Il viaggio in Italia, sogni e città ritrovate e Lezione di musica: Viva l’Italia!.

Pomeriggio all’insegna della tolleranza e delle risorse della multiculturalità: Di soglia in soglia. Italiani d’altrove, con la scrittrice e poetessa somala e italiana Cristina Ali Farah e lo scrittore algerino Tahar Lamri.

Alle 19 È la stampa, bellezza!, occasione nella quale giornalisti come Vittorio Zucconi de La Repubblica e Giuliana Sgrena de Il Manifesto racconteranno la loro esperienza di reporter e le loro storie di viaggi tutt’altro che convenzionali.

Quindi prepariamoci a viaggiare, almeno con la fantasia, e per questo weekend spalanchiamo le menti per abbracciare nuove terre, nuovi profumi, nuove esperienze. Provando a essere, almeno una volta, più viaggiatori che turisti.

«Il turista pensa al ritorno ancora prima di essere partito, il viaggiatore, lui, non sa neppure se ritornerà un giorno». (Il Tè nel deserto di Bernardo Bertolucci)

Per il programma completo http://www.festivaletteraturadiviaggio.it/programma/

Marina Cabiati

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews