Festival del Cinema di Roma: anticipazioni e primi titoli in concorso

Il logo del Festival del cinema di Roma (cultura.gaiaitalia.it)

Il logo del Festival del cinema di Roma (cultura.gaiaitalia.it)

Le ultime anticipazioni riguardanti la prossima edizione del Festival Internazionale del Film di Roma, in programma dall’8 al 17 Novembre presso l’Auditorium Parco della Musica della capitale, fanno ben sperare quanti temevano il peggio (inclusa una sua millantata chiusura, motivata da scarsi ritorni a fronte di investimenti troppo onerosi). La scelta di registi del calibro di James Gray e Larry Clark, rispettivamente a capo della Giuria del Concorso e della sezione Cinema XXI, costituirebbe infatti la prima, importante messa a segno di un Direttore Artistico, Marco Müller, alla sua seconda esperienza romana.

La rivelazione dei primi quattro titoli di lingua inglese in concorso, poi, parrebbe imprimere una definitiva accelerazione al Festival e alle sue più genuine ambizioni. Si parte con Her, scritto e diretto da Spike Jonze e interpretato da Joaquin Phoenix, il quale – affiancato da Amy Adams, Rooney Mara, Olivia Wilde e Scarlett Johansson – nella pellicola veste i panni di Theodore, scrittore solitario che instaura un’assurda relazione con il suo nuovo sistema operativo, progettato per soddisfare l’utente in tutte le sue esigenze.

A seguire, Dallas Buyers Club del canadese Jean-Marc Vallée, con Matthew McConaughey, Jennifer Garner e Jared Leto, in cui si narra della lotta per la sopravvivenza di un elettricista e cowboy texano cui viene diagnosticato il virus dell’Hiv, intrepretato per l’appunto da McConaughey. Si procede con Out of the Furnace di Scott Cooper, che vede protagonisti, tra gli altri, Christian Bale, Casey Affleck, Forest Whitaker e Willem Dafoe, alle prese con una vicenda in cui Bale veste i panni di un uomo in cerca di giustizia per il fratello coinvolto in affari criminali e misteriosamente scomparso. Infine, l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo della scrittrice Cathy MacPhail, ovvero Another Me, della regista spagnola Isabel Coixet. Il film, interpretato da Jonathan Rhys Meyers, Sophie Turner, Rhys Ifans e Geraldine Chaplin, racconta della ricerca di un equilibrio interiore da parte di una giovane donna perseguitata da un passato oscuro.

Oltre ai primi titoli in concorso, le notizie ufficiali parlano della premiazione con il Maverick Director Award (dedicato ai maestri che hanno contribuito a inventare un cinema fuori dagli schemi) di Tsui Hark, regista, produttore e sceneggiatore cinese autore, tra l’altro, di Detective Dee e il mistero della fiamma fantasma, il cui prequel, Young Detective Dee: Rise of the Sea Dragon 3D, sarà presentato fuori concorso proprio durante il Festival.

James Gray, presidente di giuria all'ottava edizione del Festival del film di Roma (badtaste.it)

James Gray, presidente di giuria all’ottava edizione del Festival del film di Roma (badtaste.it)

L’ottava edizione della rassegna cinematografica vedrà poi in anteprima mondiale la presentazione di Fear of Falling, ultima fatica del regista premio Oscar Jonathan Demme. Il film, incluso nella sezione CinemaXXI (dedicata alle nuove correnti del cinema mondiale), racconta la storia di un celebre architetto, sempre più prigioniero delle sue fantasie, e nasce da una produzione teatrale, mai andata in scena, di Andre Gregory, basata su un racconto di Henrik Ibsen, adattato dall’attore e commediografo Wallace Shawn. Nel corso del Festival Demme terrà inoltre una masterclass, seguita da incontro col pubblico e relativo dibattito sul suo rapporto con il cinema.

Ultimo annuncio dal sapore decisamente pop, la presentazione fuori concorso di Hunger Games – La ragazza di fuoco, secondo capitolo della saga statunitense campione d’incassi.

Al netto di tutte le preoccupazioni e le minacce aleggianti sul Festival, dunque, quest’edizione comincia a modellarsi come una delle più importanti scommesse autunnali, in diretta combutta – per non dire a ridosso – del vicinissimo Torino Film Festival, che aprirà i battenti appena cinque giorni dopo. “Volens nolens”, dunque, Novembre mese di cinema (inter)nazionale.

(Foto: badtaste.it / mistermovie.it / cultura.gaiaitalia.it)

Francesca Lisa

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews