Fermato giovane albanese accusato di pestaggio

ROMA – Anche se il reato risale al 3 maggio scorso, soltanto oggi si è giunti all’arresto di 28enne di origini albanesi. L’accusa è quella relativa ad omicidio aggravato in concorso. Il giovane, infatti, avrebbe preso parte al pestaggio che tolse la vita a Massimiliano Cicolani, 38enne romano.

L’aggressione avvenne nella capitale in via di Tor Vergata. Subito dopo, la vittima venne privata di giacca, cellulare, e portafoglio, per poi essere lasciato riverso in terra in pieno stato confusionale.  Successivamente, l’uomo fu soccorso e trasportato d’urgenza al vicino Policlinico, dove, però, a causa delle pesanti lesioni riportate, morì circa un mese dopo, il 17 giugno.

I Carabinieri, dunque, hanno arrestato il giovane albanese nella giornata di ieri nei pressi del locale notturno ‘Bombardier’, situato in zona Magliana. Proprio lì l’aggressore lavorara come buttafuori.

L’arresto è avvenuto in modalità alquanto rocambolesche, dal momento che il giovane, appena intraviste le forze dell’ordine, si è dato subito alla fuga protetto da un complice, arrestato immediatamente per favoreggiamento. Il ragazzo, poi, si è anche tuffato nel tevere tentando di raggiungere, invano, l’altra sponda. Infine, dopo un inseguimento a piedi durato ben 50 minuti, i Carabinieri sono riusciti a bloccarlo.

Il giovane è stato identificato col nome di Ndoj Mariglen, risultato a cui è stato molto difficile arrivare per via anche delle ultime dichiarazioni confusionarie della stessa vittima, per bocca della quale sarebbero trapelati dei veri e propri depistaggi in quanto il 38enne avrebbe inizialmente riferito di essere stato ferito in un incidente stradale. Ma il furto dei propri oggetti personali aveva dato avvio ad indagini più approfondite.

Proprio ulteriori analisi della situazione hanno portato a scoprire che l’uomo si era dato appuntamento col proprio aggressore e con altri conoscenti, forse per discutere questioni prettamente economiche rimaste irrisolte.

L’albanese, irregolare in territorio italiano e già pregiudicato, è stato incastrato dall’ esame approfondito del traffico telefonico della vittima risalente ai giorni precedenti il suo assassinio. Le indagini sono ancora in corso in quanto si prevede, al momento dell’omicidio, la presenza di almeno 5 persone.

(Foto: zipnews.it / mediterraneonline.it)

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews