Fabrizio Corona scarcerato: va da Don Mazzi per problemi psichiatrici

corona scarcerato

Fabrizio Corona è stato scarcerato ma non è libero: sarà affidato alle cure di un centro di riabilitazione per gravi problemi di salute psicologica (ilsecoloxix)

L’ex re dei paparazzi Fabrizio Corona è stato scarcerato. Eppure non è ancora libero. L’uomo che ha diviso l’opinione pubblica – metà della quale lo desidererebbe a piede libero noncurante del fatto che sia stato condannato a tredici anni per bancarotta ed estorsione aggravata – lascia le sbarre del carcere di Opera, nel quale ha vissuto gli ultimi due anni, per essere affidato alle cure di un centro di riabilitazione psicologica.

FABRIZIO CORONA SCARCERATO - Già da tempo Fabrizio Corona accusava problemi psicologici e psichiatrici: a gennaio risale l’appello dei suoi legali di concedergli i domiciliari a causa della sue sofferenze.  Secondo quanto dichiarato al tempo nell’istanza di detenzione domiciliare, Corona soffriva di depressione e psicosi, patologie che gli rendevano impossibile la permanenza in carcere.

CORONA SCARCERATO E AFFIDATO A UN CENTRO DI RIABILITAZIONE - Il provvedimento di scarcerazione è partito oggi alle ore 15:30, validato dal magistrato Giovanna de Rosa, e prevede quindi la sospensione dell’esecuzione della pena che, esclusi i due anni già trascorsi in detenzione, consterebbe ancora di undici anni.

Nello scorso aprile è stata effettuata una perizia psichiatrica su Corona da parte del dottor Fabrizio Gala per accertarsi sulle sue reali condizioni di salute. La perizia, avendo mostrato delle effettive complicazioni sullo stato psichiatrico dell’ex paparazzo, ha condotto all’affidamento terapeutico di Corona presso il centro di riabilitazione.

Da tempo Corona accusava gravi problemi psicologici a causa della sua detenzione (ilmessaggero.it)

Fabrizio Corona sarà probabilmente trasferito al centro di riabilitazione per tossicodipendenti Exodus di Don Antonio Mazzi che aveva da tempo dichiarato la sua intenzione di ospitare l’ex paparazzo. Proprio Don Mazzi è uno dei sostenitori della scarcerazione definitiva di Fabrizio Corona. Pochi mesi fa il sacerdote aveva dichiarato alla stampa di essere convinto che la detenzione di Corona sia puro ‘accanimento’, trattandosi di un giovane che non ha compiuto atti terroristici, la cui unica colpa è quella di aver scattato qualche foto ai vip.

CORONA, VITTIMA DEL SISTEMA - Risulta quindi diffusa l’opinione pubblica secondo cui Corona sia una vittima del sistema giudiziario italiano, anche se, nel corso degli anni, è stato condannato in via definitiva per vari reati tra cui estorsione, appropriazione indebita, falso e corruzione, evasione fiscale, detenzione di banconote false, violazione di domicilio, estorsione e tentata estorsione.

Esiste anche una pagina Facebook che sostiene la scarcerazione di Corona, battezzata come ‘Corona libero’, che recita, nella sua descrizione:

In un Paese dove assassini, mafiosi e stupratori girano liberamente per le strade, è vergognoso che condannino Fabrizio Corona ad una pena così pesante. Questa pagina nasce per aiutarlo a combattere la battaglia

DOPO CURE ANCORA IN CARCERE? - Nonostante Fabrizio Corona non sia uno stupratore – figura a cui spesso è paragonato per giustificare la sua non colpevolezza – egli ha commesso vari reati nel corso del tempo che non sono esclusivamente connessi alla sua attività di paparazzo e che quindi non si limitano a qualche foto sconveniente, come spesso il pubblico ritiene di credere.

Questa convinzione, avvalorata da centinai di atti, motiva la decisione della magistratura di non annullare la pena dell’ex paparazzo anche dopo il suo appello al Presidente della Repubblica. In questo senso, sarebbe forse più giusto battersi per un ‘tutti i colpevoli in carcere’ anziché per un ‘liberiamo Corona perché è meno colpevole degli altri.

Fabrizio Corona, a due ore dalla sua scarcerazione, ha salutato i suoi follower sulla pagina Facebook con uno status speranzoso (ma non stava così male da dover fuggire subito al centro di riabilitazione?), soddisfatto per aver vinto la lotta contro le autorità giudiziarie che non volevano accordargli clemenza nonostante i problemi di salute.

“Ho attraversato la tempesta, ho lottato fino all’ultimo è stata dura ma era necessaria. Ora si riparte. #SIPUEDE”

Posted by Fabrizio Corona on Giovedì 18 giugno 2015

 EQUIVOCI - Come di consueto in questo tipo di circostanze, vi è un buon numero di utenti Social che ha malinteso le dinamiche dei fatti. Molti utenti che seguono Corona su Facebook credono che ora lui sia a piede libero e che possa continuare la sua vita in tranquillità. Forse leggermente fuorviati dallo status dell’ex paparazzo, in molti – soprattutto di sesso femminile – hanno espresso commozione per la sua scarcerazione – che, sottolineiamo, è solo temporanea – augurandogli di vivere un’esistenza migliore dopo il carcere.

fabrizio corona scarcerato 1 fabrizio corona scarcerato 3 fabrizio corona scarcerato 2

In ogni caso, secondo le ultime rivelazioni, dopo il periodo di terapia psicologica presso il Don Mazzi Corona tornerà a scontare la propria pena, anche se non si escludono misure di detenzione alternative.

Rachele Sorrentino

@rockeleisrock

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews