F1 2013, bandito il doppio DRS: c’è l’accordo delle scuderie

Il Drs sarà vietato dal 2013: solamente la Mercedes è contraria alla modifica

Roma – Secondo quanto è stato riportato da Autosport, i team di Formula 1 avrebbero deciso di vietare il doppio Drs a partire dalla stagione 2013, accettando unanimemente il cambio di regolamento per rendere illegale il dispositivo. Il concetto, introdotto dalla Mercedes sin da inizio stagione, fin dalle prime battute del mondiale 2012 di Formula 1 ha alimentato dissapori all’interno delle varie scuderie che si sono unite in protesta per vietarne l’utilizzo anche se la Fia, mai prima d’ora aveva dato voce alle insinuazioni dei team.
Se la Mercedes ha dimostrato di essere molto competitiva all’inizio di questa stagione grazie a questo dispositivo, proprio Red Bull e Lotus, dopo il Gran Premio della Cina dove proprio Nico Rosberg aveva vinto, avevano presentato alla Federazione un esposto contro il dispositivo, un’azione di protesta ignorata dai commissari di gara tanto che la scuderia di Enstone avrebbe deciso di sviluppare un doppio DRS proprio che ha provato in occasione delle prove libere del Gran Premio di Germania e seguentemente aggiornato e migliorato in Ungheria.
Le numerose polemiche hanno convinto le scuderie di Formula 1, tranne la Mercedes ovviamente, a firmare un accordo che afferma come il dispositivo sarà illegale dal 2013 anche se manca ancora l’ufficialità del cambio di regole che sarà annunciato dal World Motor Sport Council della FIA a fine anno.

Più economico di quanto si pensi
Gli avversari della Mercedes hanno insistito con la Federazione che il sistema del Drs è un dispositivo troppo costoso da sostenere per una scuderia di Formula 1 e che soprattutto, tenendo conto delle risorse investite, non porta sufficienti benefici. Di parere completamente differente è invece Ross Brawn che aveva già smentito le voci: «La gente parla di enormi costi, ma non ci sono davvero enormi costi – ha raccontato il Direttore Sportivo della Mercedes GP – Il dotto costa qualche migliaio di dollari, non milioni di dollari come da molti sostenuto».

Eleonora Ottonello

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews