Finale Eurovision song contest 2014: programma, esibizioni e artisti

Eurovision Song Contest 2014

Eurovision Song Contest 2014

Questa sera, sabato 10 maggio, andrà in onda alle 21 su Rai2 e Rai HD la serata conclusiva dell’Eurovision song contest 2014, l’importante manifestazione musicale nata nel 1956 per mano dell’ UER (Unione europea di radiodiffusione) e che quest’anno è trasmessa dal palcoscenico della nordica Copenaghen, in Danimarca. L’evento è lo spettacolo televisivo, non sportivo, maggiormente seguito al mondo (l’anno scorso si sono contati all’incirca 180 milioni di telespettatori) e conta numerosi artisti che si sfidano a suon di musica, nonostante le diverse critiche subite ogni anno e che hanno fatto guadagnare al contest il nominativo di euro trash, per le sonorità spiccatamente commerciali e per alcune esibizioni eccentriche e, spesso, eccessive.

LA SCALETTA COMPLETA DELLA FINALE - La finale dell’Eurovision song contest 2014, trasmessa in diretta da Rai2 e da RaiHD e commentata da Linus e Nicola Savino, comincerà alle 21 di questa sera e saranno 26 gli artisti che si alterneranno sul palcoscenico, corrispondenti a 26 differenti nazioni; l’artista vincitore della manifestazione consentirà al paese di provenienza di organizzare la futura edizione dell’evento.
La scaletta dell’ Eurovision song contest 2014 è quindi ricca di internazionalità e comincerà con l’esibizione di Mariya Yaremchuk (Ucraina) con Tick – Tock; seguiranno Teo (Bielorussia) con Cheesecake, Dilara Kazimova (Azerbaijan) con Start A Fire, Pollapönk (Islanda) con No Prejudice e Carl Espen (Norvegia) con Silent Storm. Al sesto posto in scaletta ci si imbatte nel primo duo Paula Seling & OVI (Romania) che si esibiranno con la canzone Miracle; successivamente ci sarà Aram MP3 (Armenia) con Not Alone, Sergej Ćetković (Montenegro) con Moj Svijet. Altre due coppie al nono e al decimo posto, in cui sarà possibile trovare, rispettivamente Donatan & Cleo (Polonia) con My Słowianie – We Are Slavic e Freaky Fortune feat. RiskyKidd (Grecia) con Rise Up. L’undicesima esibizione toccherà alla discussa Conchita Wurst (Austria) con Rise Like a Phoenix, seguita ruota dalla confinante Elaiza (Germania) con Is it right.

Conchita Wurst (Austria)

Conchita Wurst (Austria)

Dalla tredicesima postazione partirà Sanna Nielsen (Svezia) con Undo, a cui si susseguiranno TWIN TWIN (Francia) con Moustache e Tolmachevy Sisters (Russia) con Shine. La sedicesima esibizione sarà quella di Emma Marrone (Italia) con il brano La mia città; a seguire Tinkara Kovač (Slovenia) con Round and round, Softengine (Finlandia) con Something Better, Ruth Lorenzo (Spagna) con Dancing in the rain e Sebalter (Svizzera) con Hunter Of Stars.
La sestina finale alternerà András Kállay-Saunders (Ungheria) con Running, Firelight (Malta) con Coming Home, Basim (Danimarca) con Cliche Love Song, The Common Linnets (Paesi Bassi) con Calm After The Storm, Valentina Monetta (San Marino) con Maybe (Forse) e Molly (Regno Unito) con Children of the Universe.

EMMA MARRONE RAPPRESENTANTE DEL’ITALIA - La rappresentante dell’Italia sarà quindi la cantante pugliese Emma Marrone, vincitrice prima dell’edizione del 2010 del talent show Amici e successivamente, nel 2012 del Festival di Sanremo con Non è l’inferno. Emma si esibirà con il brano La mia città, singolo estratto dal suo ultimo album Schiena, pubblicato il 9 aprile 2013.
La cantante è considerata una delle maggiori favorite per la vittoria finale, avendo già conquistato, con la sua voce e l’indistinguibile grinta, il pubblico internazionale, anche se è lei stessa a tenere i piedi per terra e a non pronunciarsi su eventuali pronostici; «L’Eurovision è una festa di tanti Paesi che si incontrano. E’ una grande emozione, un grande momento di condivisione. Stare davanti a un palco dove ti guardano dal mondo intero è una grande sfida. Comunque vada, già solamente stare su un palco del genere e sostenere questa pressione per me vale tanto. Ci sono molti artisti interessanti, ed è una grande occasione per confrontarsi», afferma Emma, fiera del traguardo raggiunto e pronta ad affrontare l’ardua sfida.

Emma Marrone canta 'La mia città'

Emma Marrone canta ‘La mia città’

La salentina avrà il compito di tenere alto l’onore musicale dell’Italia che, nella storia dell’Eurovision, si è aggiudicata il premio solamente due volte: nel 1990 con Toto Cutugno e nel 1964 con la voce di Gigliola Cinguetti. La penisola, assente dal contest per diversi anni, è tornata sul palcoscenico della manifestazione solamente nel 2011 con Raphale Gualazzi; a questo sono succeduti nel 2012 Nina Zilli e nel 2013 Marco Mengoni. Quest’anno tocca ad Emma ed il pubblico italiano è pronto a fare il tifo e a votare per lei, scatenando una vera e propria battaglia mediatica a colpi di Twitter e dell’hashtag #Vote16EmmaItalyESC

Alessia Telesca

foto: dannews.co.nz; boxmusica.it; static.nanopress.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews