Eurolega Top 16: Sorride solo Siena, che crollo per Milano

EA7 Milano – Panathinaikos 57-78

Scariolo non riesce a risollevare Milano (basketcaffe.com)

La crisi di Milano supera i confini nostrani e approda anche in Eurolega: il Panathinakos ci mette davvero poco a prendere il largo, agevolato da una striscia di errori clamorosi e di palle perse (saranno 24 complessive al termine, 5 per Gentile). L’MVP della scorsa stagione Dimitris Diamantidis non è nemmeno costretto a fare gli straordinari (5 punti), nel parziale di 24-10 che dà avvio all’incontro: l’ex Siena Sato ci mette il fisico sia in attacco che in difesa, mentre l’unico acuto per Milano è una tripla dall’angolo di Alessandro Gentile, ai primi punti a referto in una gara di Eurolega. Scariolo prova a rimescolare le carte inserendo anche le seconde linee, ma l’assenza di Hairston in chiave realizzativa si sente eccome e senza le penetrazioni che creano superiorità è difficile innescare le mani di Fotsis o Nicholas sugli scarichi: il quarto periodo si apre così sul punteggio di 58-33, con tutti gli uomini in maglia verde a referto con almeno un canestro e con Milano che accorcia lievemente il gap con due triple di Filloy e un canestro di Niccolò Melli.

Il cammino in Eurolega è iniziato davvero male per la EA7 e questa volta non ci saranno squadre materasso come lo Spirou o lo stesso rimaneggiatissimo Partizan per tentare un’incredibile rimonta: o si vince subito, o si torna a casa senza lodi e con tante “infamie”.

Montepaschi Siena – Gescrap BB 81-67

Il segnale più importante, parola di Simone Pianigiani, è vedere McCalebb saltare a rimbalzo sopra i lunghi: recuperare psicologicamente oltre che fisicamente il folletto naturalizzato macedone è infatti fondamentale per una squadra già costretta a fare a meno di Kaukenas e Lavrinovic e con giocatori che non hanno mai riposato dopo le competizioni con le nazionali durante l’estate. Bilbao è tra le squadre più deboli rimaste in corsa e oppone resistenza solo per la prima metà di gara, con i canestri di Grimau e Vasiliadis: Marko Banic carica di falli uno Stonerook insolitamente puntuale anche in attacco (7 punti per lui che viaggiava con la poco onorevole media di 2.7 ppg nella regular season di Eurolega), ma quando si scatena McCalebb la partita cambia rapidamente, affidandosi alle sapienti mani del Montepaschi.

18 punti di cui 9 nel quarto periodo, ben spalleggiati da un David Andersen ormai diventato leader designato nelle gerarchie di Pianigiani: la crescita dell’ex NBA è esponenziale e quando è libero di giostrare dal post contro qualsiasi avversario i due punti diventano quasi automatici, tra movimento spalle a canestro o jumper dalla medio-lunga distanza. Mumbru e Banic non riescono a fermare l’emorragia e alla fine è +14 Siena.

Regal Barcellona – Bennet Cantù 65-60

Gianluca Basile premiato al suo ritorno a Barcellona

L’orgoglio in certe occasioni davvero non è sufficiente a scrivere le premesse di un successo, ma di sicuro non lascia l’amaro in bocca a chi fino all’ultimo ha lottato contro dei veri giganti senza mollare mai la presa. Questa la storia di Barcellona-Cantù, con i quotatissimi spagnoli mai in grado di piazzare un parziale e di lasciare sulle ginocchia gli uomini di Trinchieri: spicca la prestazione dell’ex di turno, quel Gianluca Basile che sembrava in Spagna un giocatore finito, dopo le stagioni perse per gravi infortuni. 13 punti con 3 bombe a bersaglio: l’intensità difensiva di Cantù piega le ali ai blaugrana, con Mickael impreciso al tiro e il settore lunghi in cui soltanto Lorbek trova la doppia cifra con un totale di 5/15 dal campo.

L’ultimo quarto parte sul punteggio di 49 pari, con Markoishvili pronto a rispondere a Ingles e Kosta Perovic. Quando però entra in scena Chuck Eidson, l’inerzia prende le parti dei padroni di casa: liberi e tripla a bersaglio per l’ex Maccabi, che chiuderà con 15 punti 5 rimbalzi e 5 assist. La giornata no di Shermadini lascia scoperta Cantù sotto i tabelloni e senza un’alternativa al gioco perimetrale, tutto si decide nella precisione balistica dalla distanza: gli errori di Micov e Mazzarino e i conseguenti appoggi a canestro di Lorbek e Perovic portano il divario sino alla doppia cifra e per Cantù arriva il KO.

Andrea Samele


RISULTATI E CLASSIFICHE
GR. E
Olympiacos – CSKA Moscow 78 – 86
Anadolu Efes – GS Medical Park 68 – 62

CSKA ed Efes 1-0, GS e Olympiacos 0-1

GR. F
Montepaschi Siena – Gescrap BB 81 – 67
Unicaja – Real Madrid 80 – 81

Montepaschi e Real 1-0, Unicaja e Bilbao 0-1

GR. G
Unics – Fenerbahce Ulker 76 – 71
EA7 Emporio Armani – Panathinaikos 57 – 78

Panathinaikos e Unics 1-0, Fenerbahce e Milano 0-1

GR. H
Zalgiris Kaunas – Maccabi Electra 76 – 84
FC Barcelona Regal – Bennet Cantu 65 – 60

Maccabi e Barcellona 1-0, Cantù e Zalgiris 0-1

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews